World Affairs/Il vaccino russo Sputnik V contro il coronavirus non provoca effe...

Il vaccino russo Sputnik V contro il coronavirus non provoca effetti collaterali nell'85% dei pazienti

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.


Il vaccino contro il coronavirus russo Sputnik V non provoca effetti collaterali nell'85% dei vaccinati, ha dichiarato oggi il capo del centro di ricerca Gamaleya che ha sviluppato il vaccino
 
"Gli effetti collaterali possono essere visti in circa il 15 per cento dei vaccinati. Pertanto, l'85 per cento dei vaccinati non ha effetti collaterali e nessun inconveniente da questo vaccino", ha spiegato Alexander Gintsburg.
 
Lo Sputnik V, sviluppato dal Gamaleya Research Institute of Epidemiology and Microbiology e prodotto in tandem con il Russian Direct Investment Fund, è diventato il primo vaccino registrato al mondo contro il coronavirus l'11 agosto scorso.
 
Il vaccino è attualmente in fase di sperimentazione clinica di fase 3.
 
Da allora, le autorità russe hanno concesso l'approvazione normativa a un secondo vaccino, EpiVacCorona, sviluppato dallo State Research Center Vector.
 
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa