Economia e dintorni/La richiesta della Fiat ai suoi fornitori sancisce l'inizio dell'...

La richiesta della Fiat ai suoi fornitori sancisce l'inizio dell'"autunno caldo"

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.


di Giuseppe Masala

Si è spesso usata a sproposito l'espressione "autunno caldo" ma temo che quest'anno potrebbe esserlo veramente.

Il Corriere della sera pubblica la notizia che FCA ha chiesto a tutti i suoi fornitori di interrompere immediatamente tutte le attività di ricerca, sviluppo e produzione per le auto di segmento B, che da ora in poi verranno costruite con il "modello francese".

Questo fa presumere che la catena di produzione (il cosiddetto indotto) che fornirà i pezzi per costruire le city car del nuovo soggetto industriale nato dalla fusione tra Fca e Peugeot sarà quella francese.

Nel solo Piemonte l'indotto che lavora per Fca è (era) composto da oltre 1000 aziende per 58.000 operai e un giro d'affari di 18mld di euro. Autunno caldo, sembra un'espessione moderata, data la situazione.
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa