/ La Russia invita a non aumentare le tensioni contro l'Iran dopo l...

La Russia invita a non aumentare le tensioni contro l'Iran dopo l'incidente nel Golfo di Oman

 

Il vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov ha chiesto di non aumentare le tensioni sull'Iran dopo le esplosioni sulle petroliere nel Golfo di Oman.


"Non vorrei che i tragici eventi accaduti e che hanno scosso persino il mercato petrolifero mondiale, sarebbero stati utilizzati in modo speculativo per aggravare ulteriormente la situazione contro l'Iran", ha dichiarato il vice ministro degli Esteri russo Sergey Riabkov.
 
Il ministro ha anche messo in guardia contro conclusioni affrettate e tentativi di incolpare l'Iran per l'incidente.
 
Diversi media iraniani e arabi hanno riferito, oggi, che due petroliere erano state attaccate nel Golfo di Oman e si sono verificate due esplosioni.
 
Le squadre di soccorso iraniane hanno salvato 44 marinai dalle due navi, tra cui cittadini di Filippine, Georgia e Russia, secondo quanto riportato dai media norvegesi.
 
Da parte sua, le autorità dell'Oman hanno confermato che almeno una delle barche è stata attaccata, ha detto il quotidiano norvegese Dagblaget.
 
Il ministro dell'Economia, del commercio e dell'industria giapponese, Hiroshige Seko, ha confermato a sua volta che una delle navi attaccate giovedì nel Golfo di Oman era gestita da una compagnia giapponese.
 
Fonte: SPutnik
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa