/ La Russia prova con successo in Siria il nuovo elicottero da comb...

La Russia prova con successo in Siria il nuovo elicottero da combattimento Mi-28NM, il "Supercacciatore notturno"

 

Il Ministero della Difesa russo ha riferito del test di successo del nuovo elicottero da combattimento Mi-28 nm, battezzate dai militari russi come 'Supercacciatore notturno'.


I test in Siria sono stati sviluppati dall'inizio dell'anno. Secondo i risultati, il Mi-28NM può entrare in funzione.
 
Nel mese di maggio, il presidente Vladimir Putin ha detto che le Forze aerospaziali russe avrebbero acquisito 100 elicotteri Mi-28 nm fino al 2028.
 
Come riporta il quotidiano russo Izvestia, il "Supercacciatore notturno" è strutturalmente diverso dal suo prototipo di Mi-28N: è dotato di un radar unico, nuovi motori, altro sistema di controllo e di un moderno sistema di difesa aerea.
 
Il profilo radar N025E sembra una palla sul rotore dell'elicottero. Questa disposizione fornisce una visione circolare e permette anche l'elicottero per ricevere un'immagine dell'ambiente, su terreni irregolari di nascondersi dietro gli ostacoli artificiali e naturali, pur rimanendo invisibili al nemico.
 
Sul campo di battaglia, la stazione radar consente di operare efficacemente da un'imboscata, attaccando inaspettatamente il nemico.
 
Il radar funziona in diverse bande a radiofrequenza e elabora le informazioni attraverso più canali contemporaneamente. Per questo motivo, è stata migliorata la precisione della misurazione delle coordinate del bersaglio e dei parametri dell'ostacolo, e il numero di bersagli simultaneamente controllati è stato aumentato rispetto al radar installato nel Mi-24N.
 
I piloti del nuovo elicottero lavorano come una squadra.
La macchina ha due controlli, che aumentano la sua sopravvivenza in condizioni di combattimento: se necessario, il pilota ferito può essere sostituito dal suo compagno.
 
L'Elicotter vola grazie al motore VK-2500P-01 / PS, fabbricato nello stabilimento di Klimov. Ha un nuovo e moderno sistema di controllo elettronico automatico che regola i parametri del motore in volo.
 
Nell'arsenale da combattimento del Mi-28NM ci sono missili guidati anticarro e un cannone automatico da 30 mm. Si può usare il missile Ataka a lungo raggio, in grado di penetrare un'armatura dello spessore di quasi un metro.
 
Inoltre, una stazione di soppressione del laser può essere installata nell'elicottero per proteggerlo dai missili.
 
Questo velivolo sembra più forte dei suoi predecessori, il Mi-24 e il Mi-28N, dice l'esperto militare Víktor Murajovski.
 
"Il miglioramento dei sistemi di comunicazione elettronica nel Mi-28NM rende possibile integrarlo nei circuiti di attacco delle forze di terra, incluso il complesso di ricognizione Strelets, che è già il livello più moderno." L'elettronica consentirà ai piloti di ricevere le designazioni di obiettivi di unità di intelligence, che aumenteranno notevolmente l'efficacia dell'interazione con le forze di terra, dal momento che gli obiettivi rilevati possono essere distrutti quasi istantaneamente ", ha spiegato l'esperto.
 
Gli ingegneri russi hanno iniziato il loro lavoro sul Mi-28NM nel 2009. Il primo prototipo è stato fabbricato nel 2015. Il primo volo di questo elicottero è stato effettuato il 12 ottobre 2016.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa