L'ultimo sistema di difesa aerea S-500 della Russia pronto a entrare in produzione

L'ultimo sistema di difesa aerea S-500 della Russia pronto a entrare in produzione

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

L’ultimo sistema missilistico creato dalla Russia è l’S-500. Un sistema di difesa antiaerea che promette di poter neutralizzare anche i caccia più moderni. Gli stealth come F-35 e F-22. Il vice primo ministro russo Yuri Borisov al forum Army-2020 ha spiegato che il nuovo sistema è pronto per essere prodotto in serie. 

 

"Il fatto è che sono iniziati i trials e oggi la configurazione S-500, la sua configurazione semplificata, è già disponibile e sono in corso i lavori per l'acquisto di parti per la sua produzione in serie", ha detto il vice primo ministro.

 

Il viceministro della Difesa russo Alexei Krivoruchko ha dichiarato a febbraio che gli specialisti militari avevano già testato con successo l’impareggiabile sistema S-500 lo scorso anno. 

 

Il viceministro della difesa ha dichiarato a dicembre 2019 che i test preliminari del sistema missilistico antiaereo S-500 sarebbero iniziati nel 2020 e l'inizio delle consegne in serie alle truppe era previsto per il 2025.

 

Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha affermato in precedenza che le consegne degli ultimi sistemi missilistici terra-aria S-500 alle truppe inizieranno nel 2020. La Russia ha addestrato specialisti per imparare a far funzionare il nuovo sistema presso l'Accademia militare dell'aerospazio Forza a Tver dal 2017.

 

La Russia sta sviluppando l'S-500 in vista del suo funzionamento nei prossimi 25 anni. Come riportato dai media occidentali, il nuovo sistema missilistico russo ha colpito l'obiettivo a una distanza di 481,2 km, ossia 80 km in più rispetto a qualsiasi sistema missilistico esistente.

 

Nei mesi scorsi il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva dichiarato che la Turchia produrrà sistemi missilistici antiaerei S-500 in collaborazione con la Russia. 

 

Secondo il quotidiano turco Haberturk, Erdogan ha riferito che la Turchia aveva inviato 100 ingegneri in Russia per aiutare a fabbricare l’innovativo sistema di difesa antiaerea. 

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti