MSNBC shock: 30 milioni di americani pronti a "prendere le armi"

MSNBC shock: 30 milioni di americani pronti a "prendere le armi"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

L'analista di affari nazionali dell'emittente MSNBC John Heilemann ha scioccato molti americani affermando durante una trasmissione domenicale che "da 20 a 30 milioni di persone" sono pronte a "prendere le armi" per rimuovere il presidente Joe Biden dall'incarico.

Durante la trasmissione Meet the Press, andata in onda ieri, il conduttore Chuck Todd si è concentrato su un recente articolo di Atlantic nel quale si sosteneva che il "colpo di stato di Donald Trump è già iniziato" per un segmento, trovando Heilemann in totale accordo con la premessa del pezzo. 

"C'è questa ricerca che mostra qualcosa come l'8% e forse fino al 12% che afferma che Joe Biden era illegittimo e che la violenza è uno strumento adatto per rimuoverlo e ripristinare Donald Trump. Questo rappresenta tra 20 e 30 milioni di persone", ha spiegato Heilemann, sostenendo che questi presunti "20-30 milioni di persone" sono pronti a "prendere le armi".

Questi sostenitori di Trump, ha aggiunto, rappresentano un “movimento di massa a favore della violenza politica”.

 

 

Nell'articolo di Atlantic, scritto da Barton Gellman, si sostiene che il "colpo di stato" di Trump " farà affidamento sulla sovversione più che sulla violenza". 

Gellman sostiene che le manovre politiche di Trump e dei suoi sostenitori, così come la collocazione dei giusti sostenitori nelle giuste posizioni a livello nazionale e locale, potrebbero portare a elezioni presidenziali del 2024 che non saranno decise a scrutinio. 

La "previsione" di Gellman aveva già affrontato un certo esame da parte di persone che l'hanno considerata come una partigianeria iperbolica, e la dichiarazione di Heilemann secondo cui decine di milioni stanno aspettando dietro le quinte per "prendere le armi" è stata accolta con alcuni lanci di occhi e critiche alla MSNBC per aver mandato quello che è stato definito" giornalismo irresponsabile”.

“Gli ultimi anni hanno convinto la stampa che la paura – e solo la paura – vende”, ha twittato il giornalista Drew Holden . 

“Troppe delle nostre notizie sono diventate PANIC TV per spaventarti e attirare la tua attenzione. È irresponsabile", ha aggiunto l' autore Daniel Darling .

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

USA: un nuovo 'Watergate' per incriminare Trump di Francesco Santoianni USA: un nuovo 'Watergate' per incriminare Trump

USA: un nuovo 'Watergate' per incriminare Trump

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti