Putin è di destra o di sinistra?

Putin è di destra o di sinistra?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Dal 2 gennaio la nostra pagina Facebook subisce un immotivato e grottesco blocco da "fact checker" appartenenti a testate giornalistiche a noi concorrenti. Aiutateci ad aggirare la loro censura e iscrivetevi al Canale Telegram de l'AntiDiplomatico


di Omar Minniti


Chi pensa di catalogare Putin secondo le etichette della politologia italiana oppure occidentale, sbaglia di grosso. Putin è un prodotto della storia, della cultura e delle tradizioni russe. E' stato iscritto per decenni al partito comunista ed ha fatto parte del Kgb, ma oggi è leader di una formazione centrista, dentro cui coesistono liberali e nostalgici del socialismo. Ha criticato più volte la Rivoluzione d'Ottobre e Lenin, ma ha bollato il crollo dell'Unione Sovietica come una terribile catastrofe ed ha rivalutato Stalin. Viene apprezzato anche da elementi delle destre radicali, però in Russia ha sempre esaltato i valori dell'antifascismo e della Grande Guerra Patriottica, facendo approvare leggi severe contro le formazioni neonaziste. 

Putin ha ripristinato lo storico inno dell'Urss, cambiandone il testo ed aggiungendo riferimenti religiosi. Sotto la sua presidenza, durante gli eventi ufficiali, l'aquila bicipite dei Romanov e le icone ortodosse si alternano alla stella rossa ed alla falce e martello, che a volte vengono esibiti contemporaneamente. Ha sanzionato la propaganda omosessuale tra i minorenni, ma le sue Mosca e San Pietroburgo sono capitali del turismo gay mondiale. Ha colpito spietatamente i terroristi jihadisti interni ed esterni, ma la maggior parte dei musulmani russi (il 15% della popolazione) lo sostiene e gode di ampia libertà religiosa. I rivoluzionari di Cuba, Venezuela e Bolivia lo reputano un alleato strategico, però la sua politica estera multipolare non gli impedisce di stringere accordi vantaggiosi per il suo paese con Orban, Erdogan ed i sauditi. 

Putin è di sinistra? E' di destra? E' un compagno o un camerata? E' uno zarista o un comunista camuffato? No, Putin è... Putin il russo e basta. E, per le forze antimperialiste ed i paesi socialisti e sovrani, è un bene che ci sia e che continui a svolgere questo ruolo fondamentale. 

 

Dal 2 gennaio la nostra pagina Facebook subisce un immotivato e grottesco blocco da "fact checker" appartenenti a testate giornalistiche a noi concorrenti. Aiutateci ad aggirare la loro censura e iscrivetevi al Canale Telegram de l'AntiDiplomatico

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti