Putin riceve Maduro a Mosca. "Condanniamo ogni tentativo di cambiare la situazione in Venezuela con la forza"

Putin riceve Maduro a Mosca. "Condanniamo ogni tentativo di cambiare la situazione in Venezuela con la forza"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Durante l'incontro, il presidente russo Vladimir Putin ha condannato i tentativi di cambiare la situazione politica in Venezuela attraverso il terrore. "Sosteniamo i loro sforzi volti a raggiungere un compromesso nella società e tutte le loro azioni volte a normalizzare i rapporti con l'opposizione", ha detto il presidente all'inizio dell'incontro con la sua controparte venezuelana.



 

"Non c'è alcun dubbio, condanniamo qualsiasi azione che sia chiaramente di natura terroristica, qualsiasi tentativo di cambiare la situazione con l'aiuto della forza", ha aggiunto Putin. "Sappiamo che la situazione in Venezuela è ancora complicata", ha proseguito. 

Il leader venezuelano, da parte sua, ha dichiarato di essere "molto felice" di essere in Russia. "Siamo in piedi e vincenti", ha detto. Inoltre, ha rivelato che il Venezuela ha trovato "il punto di lanciare e attivare un programma economico globale completo" che può essere perfettamente integrato nella visione e nella cooperazione economica tra Mosca e Caracas.

Alla vigilia dell'incontro, Maduro ha spiegato che stava andando a Mosca con un chiaro obiettivo: "rafforzare ed espandere le nostre relazioni diplomatiche e i legami di amicizia tra i paesi fratelli". "Svilupperemo questioni strategiche per i nostri paesi nel quadro della nostra diplomazia bolivariana di pace e della costruzione di un mondo multipolare", ha scritto attraverso il suo account Twitter.

Come confermato dall'ambasciatore venezuelano in Russia, Carlos Rafael Faria Tortosa, Maduro discuterà delle relazioni bilaterali con Putin. D'altra parte, il segretario stampa del presidente russo, Dmitri Peskov, ha specificato che durante i colloqui i due leader discuteranno gli aiuti economici russi alla parte venezuelana. "Sanno che la situazione nella sfera economica è ancora difficile, anche se vengono registrati segnali di lieve miglioramento nella dinamica a questo proposito. E per questo verrà discussa l'assistenza necessaria per la leadership venezuelana. Per questo è venuto, di fatto, Maduro" ha detto Peskov. Il portavoce ha anche aggiunto che l'importo specifico di questa assistenza finanziaria sarà discusso durante la riunione.
  L'ultima volta che i due leader si sono incontrati nella capitale russa è stato il 4 ottobre scorso. In quell'occasione, Maduro ha partecipato al forum internazionale Energy Week. Dopo l'incontro, il presidente venezuelano ha dichiarato che i colloqui con il suo omologo russo erano eccezionali e ha ringraziato Putin per il suo sostegno politico e diplomatico.

  Accordi 

La Russia e il Venezuela hanno già diverse joint venture nella Cintura dell'Orinoco "Hugo Chavez", un territorio che ha le riserve di idrocarburi più grandi al mondo. Alcune sono: Petro Monagas, Petro Miranda, Petro Victoria, Petro Perijá e Boquerón.

Inoltre, il Venezuela e la Russia hanno firmato joint venture finalizzate allo sviluppo delle infrastrutture, la costruzione di strutture e servizi per incrementare la produzione di petrolio nel paese sudamericano.

La collaborazione tra Gazprom e l'industria del petrolio in Venezuela si è sviluppato dal 2005. Quell'anno, il consorzio russo del gas e lo stato Petroleos de Venezuela (PDVSA) hanno firmato un memorandum d'intesa per l'esplorazione e lo sfruttamento del petrolio.

Nel 2017 la compagnia petrolifera russa Rosneft ha firmato un nuovo accordo per espandere le sue operazioni e progetti di gas nella penisola di Paria nello stato di Sucre, in particolare nei settori Patao e Mejillones appartenenti al progetto Mariscal Sucre, uno dei più ambiziosi in materia di gas Il Venezuela si sviluppa

Altri accordi
 
Nel 2018 Venezuela e Russia hanno firmato accordi nel settore metallurgico e automobilistico, per l'assemblaggio di veicoli e la produzione di ricambi auto in Venezuela; nel settore minerario, progetti di investimento per l'arco minerario di Orinoco e la possibilità di costruire l'attrezzatura necessaria per sviluppare questa attività.

La Russia ha mantenuto la cooperazione militare per la difesa del territorio venezuelano e ha investito nella criptovaluta di El Petro.


 Al fine di rafforzare i legami bilaterali tra la Russia e il Venezuela, incontro con i rappresentanti della cooperazione tecnico-militare, società Rosoboronexport e Rostec, di aggiornare e valutare i contratti di sostegno è stato effettuato a #FANB

Nel febbraio 2017, l'allora ministro degli esteri del Venezuela, Delcy Rodríguez, ha riferito che gli accordi bilaterali tra i due paesi sono stati repowering con lo sviluppo della cooperazione nel campo della medicina, il turismo, l'agricoltura e l'estrazione.

Rodriguez ha annunciato che nell'area della salute, la Russia sosterrà il Venezuela nello sviluppo della medicina nucleare e nell'installazione di un impianto per la produzione di vaccini e medicinali.

In agricoltura, il presidente venezuelano ha annunciato nel dicembre 2016 che la Russia ha inviato i suoi migliori specialisti e aziende nei settori dell'agricoltura a lavorare in cinque stati agricoli del Venezuela e di fornire la tecnologia, le attrezzature, la conoscenza e il capitale per la produzione alimentare .

Le relazioni e gli accordi commerciali tra la Russia e il Venezuela sono stati realizzati nel rispetto dell'ambiente e hanno contribuito allo sviluppo economico e sociale di entrambi i paesi.

 

Potrebbe anche interessarti

Una rosa bianca in onore di José Martí di Geraldina Colotti Una rosa bianca in onore di José Martí

Una rosa bianca in onore di José Martí

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

 COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA di Leonardo Sinigaglia  COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario di Michele Blanco Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti