"Israele ha smesso di bombardare la Siria per ordine di Putin"

"Israele ha smesso di bombardare la Siria per ordine di Putin"

Un ex-ministro israeliano ha dichiarato che il regime di Tel Aviv ha fermato gli attacchi lanciati contro la Siria il mese scorso, su richiesta dal presidente russo Vladimir Putin.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


L'ex ministro dei trasporti israeliano Efraim Sneh non ha rivelato la fonte delle informazioni in cui si sostiene Israele, distrutto quasi la metà delle capacità di un sistema antiaereo in Siria, dove ha perso un aereo da combattimento F -16.


 
"La battaglia (...) del 10 febbraio. Perché Israele la  fermò? Una chiamata da Putin a Netanyahu. Putin ha detto: Ora basta", ha raccontato l'ex ministro, che è stato ancheun ex vice ministro degli affari militari di Israele, citato dal quotidiano locale 'The Times of Israel'.
 
Questa conversazione, ha aggiunto Sneh, mostra che Israele "ha già perso la sua capacità di agire in modo indipendente nella regione".
 
"Questo si chiama un limite alla capacità di Israele di operare in Medio Oriente. Questo non ha altro nome", ha lamentato l'ex ministro israeliano, il quale ha ritenuto che sarebbe stato meglio aumentare le incursioni aeree contro la Siria.
 
A questo proposito, il quotidiano israeliano ricorda che il regime di Tel Aviv sostiene che non accetta "restrizioni" sulle sue operazioni nella regione e afferma che l'ufficio stampa di Netanyahu si è rifiutato di rilasciare dichiarazioni in merito.
 
 

Potrebbe anche interessarti

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO