Altro che Cgil. Corea del Sud, KCTU: "Licenziamenti e morti sul lavoro più spaventosi del Covid"

Altro che Cgil. Corea del Sud, KCTU: "Licenziamenti e morti sul lavoro più spaventosi del Covid"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La Corea del Sud, paese geograficamente lontano da noi, ma mai così vicino al Bel paese come scenario.

Perché anche in Italia si comincia a licenziare dopo il blocco dei licenziamenti dei mesi della pandemia da Covid-19, e si muore sul lavoro.

Da Luana ad Adil, due morti diverse, ma uguali, in quanto causate dalla logica del profitto che non tiene conto della vita umana, o manomettendo i macchinari oppure usando crumiri e mazzieri per reprimere gli scioperi.

Salvo le eccezioni, come Si Cobas e USB, i confederali Cgil-Cisl-Uil, non ci pensano proprio a portare i lavoratori in piazza o a proclamare uno sciopero generale. Ora il problema sarà il Covid-19 e le sue varianti, ai tempi del Governo di Mario Monti la triplice non proclamava lo sciopero generale, in quanto, avrebbe danneggiato l'economia del paese.

Cosa succede invece in Corea del Sud?

Circa 8.000 membri della Confederazione coreana dei sindacati (KCTU), principale sindacato del paese asiatico, hanno marciato oggi nel centro di Seoul, nonostante le minacce del primo ministro sul fatto che la manifestazione avrebbe potuto causare un aumento dei casi di Covid-19.

I sindacati avevano pianificato di tenere una manifestazione a Yeouido, nella parte occidentale di Seoul, ma hanno deciso di radunarsi in una nuova posizione dopo che la polizia ha tentato di impedire loro di andare a Yeouido erigendo barriere.

"Ci siamo riuniti qui per proteggere la vita e l'occupazione sicura dei lavoratori" , ha dichiarato il capo della KCTU Yang Kyung-soo durante la manifestazione, durata circa due ore, secondo l'agenzia di stampa Yonhap.

 

 

 

 

 

 

 

I membri del sindacato hanno chiesto di interrompere i tagli di posti di lavoro, aumentare il salario minimo e aumentare il sostegno ai lavoratori colpiti dai blocchi.

“La Corea ha il nono PIL più grande tra i paesi membri dell'OCSE, ma il salario minimo più basso. Stanno sostenendo [le grandi società] succhiando il sangue delle piccole imprese e dei lavoratori", ha detto il vicepresidente della KCTU Park Hee-eun. KCTU ha riferito che una persona è stata arrestata sulla via del ritorno dall'evento.

Come si vede le rimostranze sono le stesse che in Italia.

Giovedì scorso, il governo di Seoul ha rinviato di almeno una settimana il suo piano per revocare alcune delle restrizioni alle manifestazioni all'aperto nella capitale, a causa del continuo aumento dei contagi.

Il primo ministro Kim Boo-kyum ha esortato i sindacati a rinviare la manifestazione a causa delle restrizioni relative al Covid-19 e ha minacciato di azioni i manifestanti se non si fossero conformati. "Non importa quanto siano importanti i diritti e le libertà, non si dovrebbe minacciare la vita e la sicurezza degli altri", ha scritto il Primo Ministro in una dichiarazione sui social media il giorno prima dell'evento. "La massiccia manifestazione nella capitale ... è un atto pericoloso che può gettare benzina sul fuoco in termini di coronavirus".

I sindacati hanno respinto l'appello del premier. "Ciò che è più spaventoso dell'infezione sono le morti e i licenziamenti sul posto di lavoro, così come il mondo della disuguaglianza e della discriminazione", ha affermato KCTU in una dichiarazione ai media.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Green Pass e lavoro:  perché è una misura incostituzionale di Savino Balzano Green Pass e lavoro:  perché è una misura incostituzionale

Green Pass e lavoro: perché è una misura incostituzionale

Il Govermo dei padroni di Giorgio Cremaschi Il Govermo dei padroni

Il Govermo dei padroni

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina   di Bruno Guigue I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass di Thomas Fazi Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio? di Giuseppe Masala Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia di Pasquale Cicalese I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

Svenduta ai privati anche la società elettrica greca di Antonio Di Siena Svenduta ai privati anche la società elettrica greca

Svenduta ai privati anche la società elettrica greca

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia di Gilberto Trombetta Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico di Michelangelo Severgnini Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti