Corea del Nord: Stati Uniti e Occidente nascondono le tracce del loro coinvolgimento negli attacchi al Nord Stream

Corea del Nord: Stati Uniti e Occidente nascondono le tracce del loro coinvolgimento negli attacchi al Nord Stream

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Gli Stati Uniti e altri Paesi occidentali stanno cercando di nascondere le tracce del loro coinvolgimento nelle esplosioni ai gasdotti Nord Stream, ha dichiarato Kim Jong Gyu, direttore generale del Dipartimento per gli Affari russi del Ministero degli Esteri nordcoreano.

"Gli Stati Uniti e l'Occidente hanno rifiutato categoricamente la giusta proposta della Russia di condurre un'indagine internazionale congiunta, coinvolgendo la Russia come parte direttamente interessata, sotto l'osservazione delle Nazioni Unite. Inoltre, non hanno mai informato la Russia dei risultati delle loro indagini. Questo è solo un trucco meschino per coprire le tracce del loro coinvolgimento nel crimine di sabotaggio", ha dichiarato l'agenzia statale Korean Central News Agency (KCNA).

La comunità internazionale dovrebbe sostenere la "giusta e ragionevole richiesta" della Russia di condurre un'indagine imparziale e dettagliata sulle esplosioni del Nord Stream con la partecipazione delle autorità investigative russe e delle parti interessate, ha osservato Kim Jong Gyu.

L'intera situazione "porta ancora una volta alla luce l'impudente politica dei due pesi e delle due misure e il disegno dal cuore nero degli Stati Uniti e dell'Occidente che lavorano duramente per demonizzare i Paesi indipendenti dipingendo un quadro nero di loro, parlando spesso di 'equità' e 'obiettività'", ha aggiunto.

Il 27 settembre 2022, Nord Stream AG ha riferito di danni senza precedenti verificatisi il giorno prima su tre stringhe dei gasdotti offshore Nord Stream 1 e Nord Stream 2. Il 26 settembre 2022, i sismologi svedesi hanno registrato due esplosioni sui percorsi dei gasdotti. La Procura generale russa ha avviato un procedimento penale in relazione all'incidente con l'accusa di terrorismo internazionale. Germania, Danimarca e Svezia hanno annunciato la conduzione di indagini nazionali, rifiutandosi però di consentire alla Russia di prendere parte a dette indagini.

L'8 febbraio, il giornalista investigativo Seymour Hersh, vincitore del premio Pulitzer, ha scritto in un articolo, citando una fonte ben a conoscenza della vicenda, che i sommozzatori della Marina statunitense, con l'assistenza di specialisti norvegesi, hanno piazzato ordigni esplosivi sotto i gasdotti Nord Stream 1 e 2 sotto la copertura dell'esercitazione Baltops nel giugno 2022. Secondo Hersh, il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha preso la decisione di condurre l'operazione dopo nove mesi di consultazioni con i funzionari della sicurezza nazionale.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon di Paolo Desogus Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE di Fabrizio Verde Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta di Clara Statello Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta

Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La Russia e Trump: un esercizio di memoria di Andrea Puccio La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti