Difesa contro Usa e Israele. l'Iran lancia una massiccia esercitazione militare

Difesa contro Usa e Israele. l'Iran lancia una massiccia esercitazione militare

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L'Iran ha dato il via oggi ad un'esercitazione militare su larga scala. Le manovre avvengono settimane prima che i negoziatori si incontrino per un nuovo tentativo di salvare l'accordo nucleare del 2015.

L'esercitazione, soprannominata "Zolfaghar-1400", include manovre in alcune parti del Mar Rosso e del Golfo di Oman, che è collegato al Golfo Persico attraverso lo strategico Stretto di Hormuz.

 

 

La marina iraniana e l'aeronautica per l'esercitazione utilizzano anche vari droni, nella parte meridionale del paese in stretto coordinamento con le truppe di terra e le unità di risposta rapida, secondo quanto riportato dai media iraniani.

Un portavoce dell'esercitazione, il contrammiraglio Mahmoud Mousavi, ha spiegato che diversi rami dell'esercito si stanno addestrando per effettuare attacchi a sorpresa contro il nemico. I caccia F-4 si sono esercitati a colpire obiettivi navali con missili anti-nave, tra le altre attività, ha affermato.

Il comandante del quartier generale centrale di Khatam-al Anbiya, il generale di Brigata Gholam Ali Rashid, ha ricordato che le forze iraniane sono  "sempre pronte per un confronto strategico, operativo e tattico" in difesa contro gli Stati Uniti e Israele. 

L'esercitazione si svolge settimane prima che inizino i colloqui per rilanciare l'accordo nucleare internazionale del 2015, noto come Joint Comprehensive Plan of Action (JCPOA), che ha severamente limitato il programma nucleare iraniano in cambio della revoca delle sanzioni straniere. I negoziati dovrebbero riprendere il 29 novembre a Vienna. 

Gli Stati Uniti hanno lasciato unilateralmente il JCPOA sotto l'amministrazione di Donald Trump nel 2018 e hanno reimposto le sanzioni a Teheran. L'Iran ha risposto riducendo gradualmente i propri impegni nell'ambito dell'accordo. 

La scorsa settimana, il presidente Joe Biden e i leader di Francia, Germania e Regno Unito hanno invitato l'Iran a "ritornare a uno sforzo in buona fede" per continuare i negoziati.

Il presidente iraniano Ebrahim Raisi ha ribadito giovedì scorso che il Paese non abbandonerà i colloqui, ma continuerà con forza a chiedere a Washington di revocare le sanzioni contro Teheran. 

 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti