World Affairs/Fondazione Gates: la salute globale è regredita di "25 anni in 25...

Fondazione Gates: la salute globale è regredita di "25 anni in 25 settimane" a causa del Covid-19

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.


La Fondazione Gates ha analizzato l'impatto della pandemia di coronavirus e le conclusioni raggiunte mostrano che il virus ha lasciato un'impronta significativa sulla salute globale, nonché sui livelli di estrema povertà. "È una grande battuta d'arresto " , ha detto Bill Gates, co-presidente dell'entità, come riportato oggi dal'Agenzia Reuters.
 
Secondo il rapporto , la pandemia ha causato una battuta d'arresto di 25 anni nella salute globale, con un calo dei livelli di immunizzazione che è stato descritto come un'inversione di "25 anni in 25 settimane", rendendolo "molto importante" cosa "farà il mondo nei prossimi mesi". Questa situazione comporta anche un danno economico che rafforza le disuguaglianze.
 
A tal proposito, l'analisi del Bill & Melinda Gates sottolinea che la pandemia ha avuto un impatto sproporzionato sulle donne, sulle minoranze razziali ed etniche e sulle persone che vivono in estrema povertà, che hanno registrato un aumento del 7% con quasi 37 milioni di persone che vivono con meno di 1,90 dollari al giorno. A ciò si aggiunge la regressione ai livelli degli anni '90 nella copertura vaccinale, che ha lasciato milioni di persone esposte a malattie mortali. 
 
Da parte sua, Mark Suzman, amministratore delegato della Fondazione, ha assicurato che "dopo 20 anni consecutivi di riduzione della povertà estrema" ora si sta osservando una "battuta d'arresto". "Quasi 40 milioni di persone sono cadute in condizioni di estrema povertà. Più di un milione alla settimana da quando è arrivato il virus", ha aggiunto. 
 
In tal senso, ha valutato : "Siamo nel momento decisivo su come affrontare questo problema e su quanto a lungo termine saranno gli effetti".
 
Nonostante questo panorama, Bill Gates ha espresso la sua fiducia che il mondo supererà la crisi e riprenderà il cammino del progresso per migliorare la salute globale. "Ci vorranno due anni, anche tre, ma crediamo che supereremo questo e torneremo su quella strada", ha concluso.
 
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa