"Gli Emirati Arabi Uniti useranno i droni statunitensi per uccidere i civili yemeniti"

"Gli Emirati Arabi Uniti useranno i droni statunitensi per uccidere i civili yemeniti"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Amnesty International esorta gli Stati Uniti a fermare la vendita di droni agli Emirati Arabi Uniti (EAU), poiché verranno utilizzati nel massacro di civili nello Yemen.


 
"I droni statunitensi potrebbero essere complici degli attacchi degli Emirati Arabi Uniti, che violano il diritto internazionale e uccidono, oltre a ferire, migliaia di civili yemeniti già vittime di una delle catastrofi umanitarie più devastanti del mondo" , ha denunciato il responsabile di AI per l'Asia occidentale e il Nord Africa, Philippe Nassif, in una dichiarazione pubblicata ieri.
 
La nota viene emessa pochi giorni dopo che il governo degli Stati Uniti, presieduto da Donald Trump, ha notificato al Congresso i suoi piani di vendita di 18 droni modello MQ-9B di prossima generazione agli Emirati Arabi Uniti, due mesi dopo che questa monarchia araba ha firmato un accordo per normalizzare i legami con il regime israeliano.
 
L'organizzazione per i diritti umani considera, tuttavia, un "fatto allarmante" il fatto che Washington continui a sostenere "incrollabilmente" gli Emirati Arabi Uniti, nonostante tutte le indicazioni che migliaia di civili siano morti "illegalmente" negli ultimi anni. nello Yemen per le armi prodotte negli Stati Uniti.
 
Gli Emirati Arabi Uniti sono un membro chiave della coalizione a guida saudita che dal 2015 porta avanti una violenta aggressione militare contro lo Yemen con l'obiettivo di riportare al potere un ex governo sostenuto da alcuni Paesi occidentali.
 
AI ha anche avvertito delle preoccupanti conseguenze che la vendita di droni statunitensi potrebbe avere per l'Africa, alludendo all'evidenza che Abu Dhabi ha utilizzato questi velivoli nel conflitto in Libia a favore dell'Esercito nazionale libico (ENL), guidato del maresciallo Jalifa Haftar, in palese violazione dell'embargo sulle armi del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC) riguardo a questo caso specifico.
 
I governanti degli Emirati stanno anche cercando di acquisire un pacchetto di jet da combattimento elettronici EA-18G Growler fabbricati negli Stati Uniti, che sono una versione specializzata dei jet F / A-18F Super Hornet.
 
Inoltre, alla fine dello scorso ottobre, la Casa Bianca ha annunciato l'intenzione di vendere 50 caccia F-35 della compagnia Lockheed Martin agli Emirati Arabi Uniti . Questo mentre molte autorità statunitensi riconoscono che Abu Dhabi è complice dei crimini di Riad nella sua guerra contro lo Yemen.
 

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Per me questa è resistenza di Savino Balzano Per me questa è resistenza

Per me questa è resistenza

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni di Thomas Fazi Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta di Antonio Di Siena Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

La rabbia sociale non è fascismo di Michelangelo Severgnini La rabbia sociale non è fascismo

La rabbia sociale non è fascismo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti