La Catena dello schiavismo dei subappalti Ikea

La Catena dello schiavismo dei subappalti Ikea

Foto Contropiano

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Oltre venti facchini e corrieri questa mattina sono saliti a trenta metri di altezza sui grandi scaffali del magazzino della logistica della multinazionale Rhenus, a Roncadelle Brescia. A poche decine di metri c’è il mega centro commerciale Elnòs della IKEA.
 
I lavoratori che ora rischiano là in alto sono in fondo alla catena degli appalti e dei subappalti della multinazionale svedese, che si presenta verde, aperta, democratica e che per consegnare i suoi mobili ovunque si serve di loro. Che dipendono da un padroncino, che è in appalto per Rhenus, che lavora per IKEA. È la fiera dell’est dello sfruttamento, e ai lavoratori all’ultima stazione viene imposto di tutto.

Devono correre coi furgoni a consegnare la merce, senza orari e senza diritti. Nemmeno quello di rispettare le leggi. Sì perché per accrescere il guadagno il padrone fa caricare i furgoni oltre il consentito.
Così quando la polizia ferma il mezzo per un controllo, scopre che non è in regola, commina una multa e riduce i punti della patente del corriere alla guida. Il padrone che è buono la multa la rimborsa, ma i punti persi ovviamente no. Così questi lavoratori rischiano di perdere la patente e poi il lavoro e, siccome sono tutti migranti, anche il permesso di soggiorno. Insomma per non diventare disoccupati e clandestini devono mon rispettare la legge.
Questi lavoratori alla fine si sono ribellati, si sono organizzati con la USB e hanno preteso paghe giuste, orari umani e il rispetto del codice della strada. Il padrone allora li ha lasciti a casa, neanche licenziati semplicemente non li fa più lavorare.
 
Ecco perché sono andati qualche giorno fa a manifestare dentro il centro commerciale IKEA e oggi si sono arrampicati sugli scaffali della Rhenus. Perché le grandi aziende pulite e perbene appaltano il lavoro sporco agli schiavisti, così credono di farla franca. Ma a volte non succede, i lavoratori non ci stanno e le chiamano in causa. Quello che dobbiamo fare tutte e tutti noi, con IKEA e con tutte le multinazionali al vertice della catena dello sfruttamento. Forza compagni!
 
LA LOTTA CORAGGIOSA PAGA! Ora la Rhenus si è impegnata a risolvere tutto e a far pagare il dovuto ai lavoratori, che sono scesi dagli scaffali; nel pomeriggio in Prefettura verrà perfezionato l’accordo.

Giorgio Cremaschi

Giorgio Cremaschi

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle di Paolo Desogus Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia di Giorgio Cremaschi La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

Putin ha preso la decisione di Marinella Mondaini Putin ha preso la decisione

Putin ha preso la decisione

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International... di Savino Balzano Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass: si o no? di Alberto Fazolo Green Pass: si o no?

Green Pass: si o no?

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa di Antonio Di Siena Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"... di Gilberto Trombetta Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti