La Russia avvia un reattore al plasma che riproduce le reazioni fisiche del Sole

La Russia avvia un reattore al plasma che riproduce le reazioni fisiche del Sole

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

È stato progettato per riprodurre le reazioni fisiche che si verificano nel Sole e in altre stelle e per utilizzare il potenziale della fusione nucleare come fonte di energia pulita e illimitata.

Questo martedì il tokamak russo ?-15MD è stato messo in funzione presso il Centro di ricerca Kurchátov, un reattore che non ha analoghi al mondo, riferisce TASS, citando un comunicato stampa del Centro.

"La sua unicità sta nella sua combinazione di alta potenza e dimensioni compatte. Ciò che è stato possibile grazie a varie tecnologie sviluppate dal Centro di ricerca dell'Istituto Kurchátov", afferma il comunicato, sottolineando che si tratta del primo reattore termonucleare di questo tipo costruito. nel paese negli ultimi 20 anni.

"Questa attività […] offre oggi altre tecnologie al plasma: lavorazione di materiali, creazione di nuovi materiali " , ha spiegato Mikhail Kovalchuk, presidente dell'Istituto Kurchátov durante la cerimonia di apertura, alla quale ha partecipato il primo ministro russo Mikhail Mishustin.

I nuovi materiali includono lame di turbina o strumenti di taglio innovativi. 

Gli studi sul plasma consentiranno la creazione di motori al plasma per l'esplorazione della Luna, di Marte e di altri pianeti .

Tokamak, acronimo in russo per "camera toroidale con bobine magnetiche", è un impianto di sintesi termonucleare progettato dai fisici dell'Unione Sovietica negli anni '50 per la fusione di particelle di plasma.

È stato progettato per riprodurre le reazioni fisiche che si verificano nel Sole e in altre stelle e utilizzare il potenziale della fusione nucleare come fonte di energia pulita e illimitata (non produce scorie radioattive) e non richiede un combustibile non rinnovabile come uranio.

Il Tokamak ?-15MD lanciato ieri fa parte del megaprogetto del gigantesco International Tokamak Experimental Reactor (ITER) che si sta sviluppando in Francia ed è il risultato del lavoro congiunto dei paesi dell'Unione Europea, oltre che della Russia, Stati Uniti, India, Cina, Corea del Sud e Giappone.

L'avvio del reattore termonucleare vicino al Centro di studi nucleari di Cadarache nel sud della Francia è previsto per il 2025, anno in cui gli scienziati sperano di ottenere il primo plasma.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi" di Michelangelo Severgnini Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti