Pepe Escobar - Europa, fanciulla violentata nuovamente (come nella mitologia greca)

Pepe Escobar - Europa, fanciulla violentata nuovamente (come nella mitologia greca)

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

di Pepe Escobar – Strategic Culture

[Traduzione a cura di: Nora Hoppe]

 

Possiamo sempre sognare che, seguendo un filo d'Arianna immaginario, potrebbe capitare che potremmo – magari potremmo – uscire dall'attuale labirinto geopolitico incandescente applicando una merce troppo sopravvalutata: la logica.

Tuttavia, l'Occidente del post-tutto, del "cancel culture", ha cancellato pure la logica.

Nel dubbio, possiamo almeno tornare ai miti di fondazione.

Torniamo quindi alla nascita dell'Occidente – cioè l'Europa.

La leggenda ci racconta che un bel giorno Zeus posò lo sguardo su una bella fanciulla dagli occhi grandi e luminosi, figlia di una civiltà talassocratica del Levante: Europa.

Qualche tempo dopo, su una spiaggia immacolata della costa fenicia, si presentò uno straordinario toro bianco. Europa, incuriosita, si avvicinò e cominciò ad accarezzare il toro; naturalmente, quello era Zeus sotto mentite spoglie. Il toro si appropriò di Europa e sfrecciò verso il mare.

Zeus ebbe tre figli da Europa – e le lasciò una lancia che non mancava mai il bersaglio. Uno di questi figli, come tutti sappiamo, era Minosse, che costruì un labirinto.

Ma soprattutto la leggenda ci ha insegnato che l'Occidente è nato da una fanciulla – Europa – che veniva dall'Oriente.

 

Entra sul palco, la Medusa tossica

Ora, un salto in avanti… a una Medusa pacchiana che manovra i suoi tentacoli tossici a Bruxelles, utilizzando una festa atlantista autocelebrativa per elogiare il capo del governo giapponese per aver sostenuto la banda neonazista di Kiev e la battaglia contro la Russia.

Questo è stato il preambolo per un colpo di scena linguistico infernale: "La Russia minaccia di usare di nuovo le armi nucleari." Questo incolpava la Russia, implicitamente per il bombardamento nucleare di Hiroshima, quando tutto il pianeta sa chi è stato.

La menzogna stupefacente è il modus operandi standard della Medusa: ma ciò che è ancora più allucinante è che questa specialità di Eurotrash è completamente normalizzata. E naturalmente accettata allegramente dalla neocolonia del Sol Levante.

Questo è il modo in cui la Storia viene ora insegnata nelle università "d'élite" di tutto l'Occidente collettivo. Ed è anche il motivo per cui la Russia ha rinunciato a trovare interlocutori anche minimamente qualificati in tutto l'Occidente collettivo.

E c'è di peggio. Queste emanazioni di una palude culturale dovrebbero rappresentare l'"Europa". Siamo lontani anni luce dal grande scomparso Gianni Vatimo – uno degli ultimi grandi intellettuali europei, che proponeva diverse sfumature di nichilismo compassionevole e una concezione della politica come forma di consenso che le comunità esprimono all'interno di orizzonti storici e culturali.

L'abuso dell'Europa non ha fine. In geoeconomia, le esportazioni industriali tedesche – che erano un fattore chiave per la bilancia dei pagamenti positiva – stanno andando a rotoli. La Germania e altre nazioni dell'UE dipendono ora dal costosissimo GNL americano.

Un'UE schiavizzata è stata costretta dall'"alleato" americano a rinunciare al mercato russo per le proprie esportazioni di auto e altri prodotti che pagavano le importazioni di energia a basso costo. Nel giro di pochi mesi, il commercio equilibrato che guarda a Est si è trasformato in un deficit commerciale con l'egemone.

Questa è l'eredità chiave della vittoria tattica ottenuta dall'Egemone con il bombardamento di Nord Stream 1 e 2 – esattamente un anno fa.

Le fonti di Seymour Hersh all'interno dello Stato profondo americano hanno rivelato chi è stato. L'intera Maggioranza Globale con un QI superiore alla temperatura atmosferica sa chi è stato – e chi l'ha ordinato. E nonostante ciò, gli attuali psicopatici neocon straussiani che controllano la politica estera degli Stati Uniti riescono a farla franca.

Il bombardamento dei Nord Streams è stato il Ratto d'Europa Remixed – ora eseguito da un toro americano.

Come ha spiegato in dettaglio l'indispensabile Michael Hudson, i bilanci interni della Germania e di altre nazioni dell'UE/NATO sono già in deficit – con l'ulteriore "incentivo" della militarizzazione non-stop dell'UE.

Questo "costringerà a tagliare i programmi governativi nazionali – proprio mentre la Germania e i suoi vicini della NATO si stanno avviando verso una depressione post-industriale in cui le famiglie e le imprese hanno bisogno di sussidi per coprire i crescenti costi di riscaldamento ed energia e l'assicurazione contro la disoccupazione".

Inoltre, l'euro continuerà a crollare rispetto al dollaro americano e potrebbe presto scendere a 90 centesimi, o anche meno.

La conclusione del Prof. Hudson è cruda: "Così, quella che sembrava essere una guerra USA/NATO contro la Russia in Ucraina, si è rivelata una sorprendente vittoria militare degli Stati Uniti per rinchiudere i membri europei della NATO nell'orbita degli Stati Uniti e bloccare il loro piano di volgersi a Est per il commercio e gli investimenti con la Russia e la Cina."

 

Godetevi il "laboratorio per l'innovazione militare"

Nel frattempo, l'Egemone sta facendo una strage – letteralmente – con la sua guerra per procura in Ucraina.

Le basi: oltre la metà dell'agro-Ucraina è ora di proprietà di Monsanto, Cargill e Dupont, acquistata per una cifra irrisoria e che trae profitto dall'ambiente più corrotto di tutti i Paesi del mondo.

Le sementi ucraine sono state distrutte: Monsanto ora gestisce l'intero racket degli OGM. I cereali ucraini vanno all'Europa rapita e stuprata, con il pieno controllo del mercato agricolo e alimentare dell'UE.

Sul fronte militare, la matrice statunitense delle armi e i suoi satelliti continuano a trarre immensi profitti da quello che è a tutti gli effetti un riciclaggio di denaro pubblico. L'Ucraina è diventata contemporaneamente:

  1. Il cimitero delle armi obsolete da riciclare.

  2. Un "laboratorio privilegiato per l'innovazione militare" (come l'Afghanistan e l'Iraq, in precedenza) – come ha ammesso il numero due del Pentagono, Mara Carlin, all'Università Ronald Reagan.

  3. Uno show room per le esportazioni globali (beh, i carri armati Abrams che stanno per essere inceneriti dai russi non si qualificano esattamente come un forte punto di vendita).

Per quanto riguarda l'energia, si tratta di nuovo di Nord Streams. Il Ratto di Europa remixato è completo di tori finanziari BlackRock, Vanguard e State Street che controllano totalmente il mercato spot di tutto ciò che l'UE vuole comprare, con prezzi occasionalmente 20 volte più alti di prima.

Questa è solo la versione breve di ciò che davvero significa "aiutare l'Ucraina".

E le "wunderwaffen" continuano ad arrivare: Gli F16 sono i prossimi ad arrivare.

Andrei Martyanov ha riassunto tutto, in modo conciso: "L'Occidente combinato ha fallito in guerra". Come dire che la totale umiliazione della NATO sarà cosmica. E questo è accompagnato da una – possibile – battuta finale, per la quale ovviamente non si può avere una conferma diretta nei corridoi del potere a Mosca: "I russi l'avevano previsto, solo che non potevano prevedere che l'Occidente si sarebbe auto-annichilito così velocemente."

È ormai assodato che nella strategia del Cremlino l'obiettivo finale è smilitarizzare e spaccare la NATO. Ci stiamo arrivando, piano piano ma sicuramente. Ciò che è già assodato è che il Ratto e lo Stupro Seriale di Europa da parte del toro americano l'ha completamente frantumata – fisicamente, economicamente, culturalmente e psicologicamente.

 

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Sinistra o destra? Guerra di classe di Pasquale Cicalese Sinistra o destra? Guerra di classe

Sinistra o destra? Guerra di classe

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti