Peskov: "La Crimea è parte integrante della Russia, non può tornare all'Ucraina"

Peskov: "La Crimea è parte integrante della Russia, non può tornare all'Ucraina"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L'Ucraina starebbe pianificando attacchi per conquistare la Crimea. Questo è quanto affermato dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky, secondo quanto riportato dalla TASS.

"Ci sono passi militari, ci stiamo preparando. Siamo pronti moralmente. Ci stiamo preparando tecnicamente, con armi, rinforzi, formazione di brigate offensive di diverse categorie e di diversa natura, stiamo inviando persone per l'addestramento in siti di altri Stati”. 

Su questo punto però Zelesnky troverà una forte resistenza da parte della Russia. La Crimea è parte integrante della Russia e il suo ritorno all'Ucraina è impossibile, ha dichiarato a tal proposito il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. 

Alla domanda se Mosca possa immaginare una situazione in cui la Crimea torni a far parte dell'Ucraina, ha risposto negativamente. "È parte integrante della Federazione Russa", ha sottolineato il portavoce presidenziale.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden aveva ipotizzato in precedenza che i potenziali accordi sulla questione ucraina potrebbero includere una disposizione che preveda che Kiev assuma il controllo della Crimea e di alcuni altri territori in futuro.   

Sul sostegno statunitense alla volontà del regime di Kiev di prendere la Crimea, intanto l’amministrazione Biden nicchia. 

"L'aspetto critico in questo momento è che devono recuperare il territorio a sud e a est, che è quello su cui si stanno concentrando", ha affermato in un'intervista alla NBC il consigliere presidenziale per la sicurezza nazionale Jake Sullivan. 

Sullivan ha anche aggiunto che la Crimea è una questione del futuro, "a cui arriveremo".

Dopo il colpo di Stato del febbraio 2014 in Ucraina, le autorità della Crimea hanno tenuto un referendum sul ricongiungimento con la Russia. La maggior parte degli elettori ha approvato l'idea (96,7% in Crimea e 95,6% nella città di Sebastopoli), con un'affluenza alle urne che ha raggiunto l'80%. Nel marzo 2014, il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un trattato sulla riunificazione della Crimea con la Russia il 18 marzo 2014, che è stato ratificato dall'Assemblea Federale il 21 marzo 2014.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

Gli "utili idioti" del sistema? di Leonardo Sinigaglia Gli "utili idioti" del sistema?

Gli "utili idioti" del sistema?

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

La Hybris umana e il miraggio della Pace di Giuseppe Masala La Hybris umana e il miraggio della Pace

La Hybris umana e il miraggio della Pace

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Tassare i ricchi di Michele Blanco Tassare i ricchi

Tassare i ricchi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti