Seymour Hersh: perché la versione dei media occidentali nsui Nord Streams è una bufala

Seymour Hersh: perché la versione dei media occidentali nsui Nord Streams è una bufala

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La CIA cerca di focalizzare l'attenzione su qualsiasi altro possibile sospetto nell'esplosione dei gasdotti Nord Stream, ad eccezione di Joe Biden, ha affermato il famoso giornalista investigativo americano Seymour Hersh in un articolo pubblicato ieri sul portale Substack.

Il giornalista ha indicato che la CIA "svolge costantemente operazioni segrete in tutto il mondo e tutte devono avere una copertura nel caso le cose vadano male", così come se le cose vadano bene, come è successo "nel Mar Baltico lo scorso autunno ".

"A poche settimane dalla mia segnalazione secondo cui Joe Biden aveva ordinato la distruzione degli oleodotti Nord Stream, l'agenzia ha creato una storia di copertura e ha trovato persone disposte a crederci sul New York Times e su due importanti pubblicazioni tedesche", ha scritto Hersh. Secondo lui, la creazione della storia sui subacquei che, secondo le pubblicazioni dei media occidentali, hanno fatto saltare in aria i tubi faceva parte di un protocollo.

L'eminente giornalista ha ricordato che il suo servizio iniziale ha ricevuto una copertura mondiale ma è stato ignorato dai principali giornali e reti televisive americane, e solo dopo che la sua indagine ha iniziato a "guadagnare terreno in Europa e in altri paesi" i media occidentali come The New York Times e The Times hanno pubblicato i loro articoli, incolpando un gruppo filo-ucraino.

Il Washington Post ha successivamente riferito che questa versione è ora messa in dubbio da alcuni ricercatori europei, ma non ha suggerito che la Casa Bianca fosse coinvolta nell'incidente. "Non ha citato alcun funzionario statunitense, nemmeno uno anonimo. L'amministrazione Biden è diventata una zona senza segnalazioni sul Nord Stream", ha osservato.

"Segna un punto per i vari funzionari della CIA che hanno fornito false storie ai media qui e all'estero in quello che è stato uno sforzo riuscito per mantenere il mondo concentrato su ogni possibile sospetto al di fuori di ciò che è emerso come il più logico: il presidente degli Stati Uniti”, ha evidenziato il ricercatore.

Hersh ha anche fatto riferimento ad articoli dei media tedeschi Die Zeit e Der Spiegel, che, citando la polizia locale, hanno riferito di uno yacht che era stato "affittato da una società in Polonia e apparentemente di proprietà di due ucraini". Secondo il giornalista, dopo che questi rapporti tedeschi sono stati diffusi, ha poi pubblicato un articolo che suggerisce che le informazioni fornite dalla polizia tedesca a questi media provenissero effettivamente dall'intelligence statunitense.

Ha aggiunto che l'autore del rapporto Die Zeit, Holger Stark, "un giornalista esperto", lo aveva contattato "per lamentarsi di questa accusa". "Stark mi ha detto che aveva ottime fonti nella polizia federale tedesca e che ha appreso quello che ha fatto da quei collegamenti, e non dà alcuna agenzia di intelligence, tedesca o statunitense. Gli ho creduto e ho immediatamente corretto la storia", ha raccontato.

Allo stesso tempo, hanno discusso di un fatto che Stark aveva menzionato nel suo articolo: che le autorità tedesche, svedesi e danesi avevano deciso poco dopo gli attacchi di inviare squadre sul posto per recuperare una bomba inesplosa. "Ha detto che erano arrivati ??troppo tardi; una nave americana era arrivata sulla scena in un giorno o due e aveva recuperato la bomba e altri materiali. Gli ho chiesto perché pensava che gli americani fossero arrivati così velocemente sulla scena e lui ha risposto, con un cenno della mano nella mano: "Sai come sono gli americani. Vogliono sempre essere i primi".

I fatti mostrano che la versione dei media occidentali è una "parodia"

Inoltre, ha precisato che un esperto dell'intelligence gli aveva spiegato che quando si compie un'operazione come questo sabotaggio, "è necessario progettare una contro operazione, una falsa pista che sa di realtà, che deve essere il più dettagliata possibile in modo che lo credano."

L'esperto ha anche elencato tutti i fatti che dimostrano che la versione dei media occidentali è una bufala. Prima di tutto, per qualsiasi individuo o gruppo per noleggiare uno yacht costoso è necessario avere un medico a bordo e accettare un capitano fornito dall'agente di noleggio o dal proprietario dello yacht, oppure avere un capitano con un certificato di competenza come richiesto dalla legge marittima, così come un simile test di competenza per le immersioni in acque profonde che prevede l'uso di Nitox, una miscela specializzata di ossigeno e azoto.

In secondo luogo, l'esperto si è chiesto come uno yacht di circa 15 metri di lunghezza possa trovare le condutture nel Mar Baltico, visto che i gasdotti non sono così grandi e non sono elencati nelle mappe che accompagnano il contratto di locazione. Ha precisato che si sarebbe potuto pensare di mettere in acqua due subacquei e farli cercare, ma siccome un subacqueo può stare sott'acqua per circa 15 minuti, ci vorrebbero 4 anni per esplorare circa 2,5 chilometri quadrati. "Nessuna di queste domande viene posta dai media. [...] Sto solo cercando di metterla in relazione con la realtà. È una parodia", ha denunciato.

"Nel mondo degli analisti professionisti e dei trader, tutti giungeranno alla conclusione universalmente corretta che la tua storia [di Hersh] mostra che la malvagia CIA ha inventato una contro-operazione così ridicola e infantile che il vero scopo era quello di rafforzare la verità", ha concluso.

  • Il 26 settembre 2022, i gasdotti Nord Stream sono stati colpiti da potenti esplosioni nelle zone economiche esclusive di Svezia e Danimarca. Di conseguenza, sono state rilevate fughe di gas in mare e le autorità di diversi paesi hanno attribuito gli incidenti a possibili atti di sabotaggio.
  • Lo scorso febbraio è stata diffusa l'inchiesta del prestigioso giornalista americano Seymour Hersh, che ha rivelato che dietro l'attentato c'era la Casa Bianca. Nel suo articolo, il vincitore del Premio Pulitzer ha indicato che i sommozzatori della Marina degli Stati Uniti hanno collocato gli esplosivi sotto gli oleodotti del Nord Stream nel giugno 2022 sotto la copertura delle esercitazioni BALTOPS 22 della NATO.

 

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Sinistra o destra? Guerra di classe di Pasquale Cicalese Sinistra o destra? Guerra di classe

Sinistra o destra? Guerra di classe

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La guerra non conviene, mai! di Michele Blanco La guerra non conviene, mai!

La guerra non conviene, mai!

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti