Storia e ricordi di un desaparecido, ora ordinario alla Sapienza di Roma

Storia e ricordi di un desaparecido, ora ordinario alla Sapienza di Roma

L'autobiografia di Marcelo Enrique Conti, sequestrato durante la dittatura argentina e sopravvissuto all'orrore. Prefazione di Adolfo Pérez Esquivel, premio Nobel per la pace

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

"Gira così", libro di Marcelo Enrique Conti, racconta della tragedia che ha travolto l'Argentina ed è, insieme, il racconto di chi ce l'ha fatta e di come il suo Paese è rinato dopo l'orrore della dittatura e dei desaparecidos.

Libro autobiografico, quella di Conti, è la testimonianza di chi è riuscito faticosamente a rimettere insieme i pezzi della propria esistenza e a realizzare, nonostante tutto, i propri obiettivi.

Non un racconto cupo, nonostante rammenti una pagina tanto buia della storia recente, come peraltro l'aurore ha voluto indicare con un titolo così leggero.. Le violenze subite sono solo accennate e lasciate all’immaginazione del lettore, mentre i dialoghi e le riflessioni personali su quanto accaduto sono a volte persino ironici e surreali, tanto assurda la violenza dei regimi e il linguaggio dei carnefici.

Il volume non segue una cronologia lineare e racconta gli eventi vissuti dal 1976, anno del sequestro, fino a oggi, seguendo un filo tutto personale di ricordi, associazioni ed emozioni, lungo il difficile, e spesso tortuoso, percorso che lo ha portato a superare la tragedia costata così tanto al suo Paese. 

Molto spazio è dedicato anche alla seconda patria, e luogo di rinascita, dell'autore, l'Italia, nella quale è giunto durante i terribili anni '70 - segnati dal flagello delle Brigate Rosse e dall'assassinio di Aldo Moro - e dove è diventato professore, ordinario di Management ambientale e sostenibilità alla Sapienza di Roma.

Il racconto termina con una e-mail del pubblico ministero che ha indagato sulla sua vicenda. Una missiva in cui il magistrato lo rende partecipe dei documenti ritrovati in un armadio dei servizi segreti argentini e, insieme, gli riconosce la status di vittima nella causa intentata contro i carnefici di allora dai sopravvissuti e dai parenti dei desaparecidos detenuti nel campo di concentramento Vesubio 3.

Una storia come altre, in fondo, dal momento che quella Argentina è stata una tragedia collettiva. E però il libro ha una prefazione d'eccezione, quella del premio nobel per la pace Adolfo Pèrez Esquivel, legato a Conti da un lungo rapporto di amicizia e stima.

Una prefazione epistolare, in realtà, perché Esquivel ha preferito una lettera a una prefazione vera e propria, per evidenziare il rapporto singolare che lo ha legato e lo lega all'autore e per conferire al volume una nota di intimità che ben si addice a un'autobiografia.

Di seguito, pubblichiamo una parte della lettera di Esquivel, rimandando chi fosse interessato all'integrale (cliccare qui). "Gira così" è editato da Nuova Cultura (euro 15, pagine 116 ISBN 9788833654539). 

 Piccole Note

Piccole Note

 

Piccole Note
a cura di Davide Malacaria

Potrebbe anche interessarti

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani di Giacomo Gabellini Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

La CIA cerca russi come nuovi agenti "anti Putin" e non lo nasconde di Marinella Mondaini La CIA cerca russi come nuovi agenti "anti Putin" e non lo nasconde

La CIA cerca russi come nuovi agenti "anti Putin" e non lo nasconde

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese   di Bruno Guigue Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare? di Alberto Fazolo Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno di Gilberto Trombetta Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria di Michelangelo Severgnini Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo di Pasquale Cicalese La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

La nuova forma di psicologia del mondo digitale di Damiano Mazzotti La nuova forma di psicologia del mondo digitale

La nuova forma di psicologia del mondo digitale