/ Studio McKinsey & Co: Metà delle banche nel mondo sono troppo deb...

Studio McKinsey & Co: Metà delle banche nel mondo sono troppo deboli per sopravvivere alla crisi

 

Un nuovo studio della società di consulenza McKinsey & Co ha rilevato che la maggior parte delle banche a livello globale potrebbe non essere economicamente redditizia perché i loro rendimenti sul capitale proprio non sono al passo con i costi


Lo studio ha esaminato 1.000 banche nei paesi sviluppati ed emergenti e ha scoperto che poco più di un terzo aveva realizzato un rendimento del capitale dell'1,6% negli ultimi tre anni. Questo si confronta con rendimenti di poco più del 17 percento per le migliori banche nello stesso periodo.
 
"Quasi il 35 percento delle banche a livello globale sono soffrono le operazioni in mercati sfavorevoli", oltre ad avere modelli di business imperfetti, secondo McKinsey.
 
Lo studio ha aggiunto che "per sopravvivere a una recessione, la fusione con banche simili può essere l'unica opzione, se non è possibile una reinvenzione completa".
 
Secondo il rapporto, le banche non sono ben preparate per una recessione come quando scoppiò la crisi finanziaria globale nel 2007 in termini di redditività.
 
"Mentre la giuria non ha ancora chiarito se l'attuale incertezza del mercato si tradurrà in una recessione imminente o in un periodo prolungato di crescita lenta, il fatto è che la crescita è rallentata", si legge nel report di McKinsey.
 
"Questo è probabilmente l'ultimo pit-stop in questo ciclo per le banche che reinventano rapidamente i modelli di business e si espandono attraverso acquisizioni" , per la società di consulenza, avvertendo : "Il momento di mosse audaci e critiche è ora".
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa