UCRAINA: ZALUZHNY INTENZIONATO AD ABBANDONARE L’ESERCITO

UCRAINA: ZALUZHNY INTENZIONATO AD ABBANDONARE L’ESERCITO

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Lunedì si era diffusa la notizia che il capo delle forze armate ucraine Valeri Zaluzhny fosse stato licenziato da Zelensky, notizia poi smentita dallo stesso Zaluzhny. Il presidente dell’Ucraina Vladimir Zelenski ha tenuto un incontro quel giorno con il comandante in capo delle forze armate del paese, il generale Valeri Zaluzhny, nel quale gli ha detto che sarà licenziato, sostenendo che il suo sostituto sarebbe servito a “ristrutturare” la situazione al fronte, ha riferito il Washington Post, citando fonti che hanno familiarità con la questione.

Durante la riunione, Zelenski ha manifestato al generale le sue preoccupazioni riguardo al fatto che gli ucraini si sarebbero stancati del conflitto, e che i paesi alleati hanno rallentato gli aiuti militari.

Entrambi hanno anche avuto uno scontro sulla nuova campagna di reclutamento per le forze armate. Zaluzhny ha proposto di mobilitare 500.000 ucraini per l’esercito aggiuntive, ma il presidente ha considerato questa cifra poco pratica data la carenza di attrezzature, armi e strutture di addestramento. Da parte sua, il comandante in capo ha sostenuto che c’è una mancanza di soldati a causa delle perdite di massa tra le forze in campo, e che è necessario eguagliare i 400.000 nuovi soldati che la Russia prevede di reclutare.

Il giornale ha sottolineato che non c’è ancora un decreto di  impeachment nei confronti di Zaluzhny. Al militare era stato offerto un altro posto, ma lui ha respinto la proposta e ha affermato che  intenzione di ritirarsi dall’esercito, hanno detto le persone consultate, che hanno aggiunto che si prevede anche la dimissione delle alte cariche del personale dell’attuale comandante in capo.

I candidati per sostituire Zaluzhny sarebbero  il capo della Direzione Principale dell’Intelligence del Ministero della Difesa, Kiril Budanov, o il comandante delle forze terrestri dell’esercito, il generale Alexander Sirski, riferisce RT.

Andrea Puccio – www.occhisulmondo.info

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

28 luglio: la (vera) posta in gioco in Venezuela di Geraldina Colotti 28 luglio: la (vera) posta in gioco in Venezuela

28 luglio: la (vera) posta in gioco in Venezuela

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino" di Clara Statello Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

25 aprile: la vera lotta oggi è contro il nichilismo storico di Leonardo Sinigaglia 25 aprile: la vera lotta oggi è contro il nichilismo storico

25 aprile: la vera lotta oggi è contro il nichilismo storico

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite di Pasquale Cicalese L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite

L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite

Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE di Giuseppe Masala Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE

Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti