/ Assad avverte che l'occupazione statunitense in Siria potrebbe in...

Assad avverte che l'occupazione statunitense in Siria potrebbe innescare una rivolta armata

 

Il presidente siriano, tra l'altro, ha escluso qualsiasi scontro tra gli Stati Uniti e la Russia sul suolo siriano


La persistente occupazione della Siria da parte delle forze armate americane potrebbe innescare una rivolta popolare armata simile a quella vista in Iraq, ha avvertito il presidente siriano Bashar Assad.


"Se gli occupanti rimangono, allora questo porterà a uno scenario in stile iracheno per gli americani. Questo risultato  imprevedibile per loro, per noi in Siria fu prevedibile", ha avvisato, ribadendo che nel 2003, aveva previsto l'inizio della lotta armata in Iraq contro l'esercito americano. "Quindi, l'occupazione americana della Siria darà origine a uno scontro militare che porterà a perdite tra gli americani e in seguito al loro ritiro", secondo Assad.

Ha escluso qualsiasi scontro tra gli Stati Uniti e la Russia sul suolo siriano. "Certamente non crediamo che qualsiasi scontro tra Stati Uniti e Russia avverrà sul territorio siriano. È ovvio e non giova né a noi né alla Russia, né alla stabilità globale, ed è pericoloso. Tuttavia, gli Stati Uniti non dovrebbero pensare di respirare facilmente in tutte le regioni che occupano. Vorremmo ricordare loro l'Iraq e l'Afghanistan. Qui la Siria non fa eccezione", ha sottolineato Assad.


Il presidente siriano ha affermato che l'invasione americana non sarebbe avvenuta se non fosse stata soddisfatta dal sostegno di agenti sleali tra i siriani. Quindi, Assad crede che superare qualsiasi spaccatura nella società siriana sia la chiave per porre fine all'occupazione. "Abbiamo sempre detto che prima di tutto, la soluzione più vicina e più pacifica è unire noi, i siriani, attorno ai principi patriottici. Quindi, gli americani se ne andranno e non potranno rimanere qui per il petrolio o per qualsiasi altra cosa ", ha concluso.
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa