Auto elettriche e lotta di classe contro l'Unione Europea

Auto elettriche e lotta di classe contro l'Unione Europea

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Gilberto Trombetta


L'obiettivo dell'Unione Europea e dei suoi servi non è costringere i cittadini a comprare un’auto elettrica (fuori dalla portata economica della maggioranza dei cittadini), ma togliere il mezzo di trasporto privato a più persone possibili.

Stesso discorso vale per le caldaie a gas, per l’efficientamento energetico degli immobili e altre assurdità cui è stata data una bella mano di vernice verde (greenwashing) per renderle più accettabili agli occhi della popolazione (spingendo sul senso di colpa).

Ovviamente non ci sarebbe niente di male a disincentivare abitudini dannose (per il singolo e per la collettività) mentre si incentivano quelle più utili (sempre per il singolo e per la collettività).

Ma non è questo il caso. Qui si impongono soluzioni che non risolvono neanche lontanamente i problemi che dicono di voler affrontare, mentre si scaricano i costi sulla maggior parte della popolazione. Favorendo cioè l’ennesimo trasferimento di ricchezza dal basso verso l’alto.

Se si volesse combattere, per esempio, l’inquinamento atmosferico dei grandi centri urbani, la prima cosa da fare, la più importante, sarebbe quella di migliorare il trasporto pubblico e renderlo gratuito per i cittadini. Ai quali andrebbe comunque lasciata la possibilità di scegliere se utilizzare o meno il proprio mezzo.

Se si volesse invece combattere l’inquinamento (atmosferico e non solo) in generale, la prima cosa da fare sarebbe quella di distruggere il modello economico iperglobalizzato che si basa, oltre che sullo sfruttamento dei lavoratori, sullo spostamento delle merci su scala globale attraverso le grandi navi container che inquinano, quelle sì, molto di più di tutti i mezzi di trasporto del mondo messi insieme.

Ma questi tipi di interventi comporterebbero che la guerra la si facesse al grande capitale (soprattutto straniero) e non ai comuni cittadini. Per questo non solo non vengono neanche presi in considerazione, ma vengono violentemente avversati.

Perché vorrebbe dire ribaltare l'attuale lotta di classe che viene portata avanti esclusivamente dai più oscenamente ricchi riproponendo i defunti conflitti verticali che sono stati scientemente sostituiti dai quotidiani confitti orizzontali.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante testo
 
 

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd di Paolo Desogus Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei di Fabrizio Verde L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio di Marinella Mondaini Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti