Coronavirus: la regione Lombardia chiede agli ultrasessantacinquenni di restare a casa. Gli stessi costretti a lavorare dalla Fornero

Coronavirus: la regione Lombardia chiede agli ultrasessantacinquenni di restare a casa. Gli stessi costretti a lavorare dalla Fornero

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!



di Giorgio Cremaschi

La regione Lombardia ha chiesto a tutti coloro che hanno più di 65 anni di restare a casa. Siccome rientro in questa categoria non mi muoverò se non per ragioni necessarie e non rinviabili. E non perché pensi che questa sia una misura particolarmente saggia ed efficace nel contenimento del coronavirus, ma semplicemente perché credo che in questo momento ognuno di noi debba assumere anche sul piano personale responsabilità collettive.
Certo che si dimentica che in Italia, dopo la legge Fornero, tanti anziani sopra i 65 anni lavorano e molti per questo si infortunano e perdono la vita. Costoro non credo potranno tutti stare a casa e così dovranno affrontare il doppio rischio del lavoro insicuro e dell’epidemia. Che viene ancora presentata come meno pericolosa proprio perché sono gli anziani e i più deboli a morire.

Non è una difesa della mia generazione, anzi da padre e nonno sono anche contento di essere più a rischio di figlie e nipoti. Ma non accetto che il sistema sdrammatizzi il virus usando la maggiore vulnerabilità ad esso di chi è più vecchio.
In Italia ci sono già più di 2000 contagiati e di 50 morti, una percentuale del 2,5 % che può sembrare bassa solo se la malattia non si diffonde, ma fin dove arriva il barbaro concetto di rischio accettabile?

Questa crisi epidemica ci impone di cambiare. Dobbiamo prima di tutto dire basta ai tagli ed alla privatizzazione della sanità di cui la Lombardia è modello. Dobbiamo rovesciare un sistema di sviluppo economico che ci trascina da crisi economica , a crisi ambientale, a crisi epidemica e poi di nuovo a crisi economica. Dobbiamo capire che non possiamo più affidare al mercato le nostre vite così come la natura; e che questo capitalismo, che crolla quando non può essere frenetico, è anch’esso una malattia da cui uscire. E infine dobbiamo considerare la vita e la dignità delle persone e il rispetto del mondo in cui viviamo la priorità assoluta, prima di affari, competitività, produttività a tutti i costi e follie simili.
C’è un sistema sbagliato e malato da superare, con l’impegno e la lotta di giovani e anziani, compresi quelli che ora stanno a casa e che da giovani questo mondo han provato a cambiarlo.

Non ci sono vite o ambiente sacrificabili in una società davvero giusta.

Nella foto gli anziani di oggi cinquant’anni fa

Il macronismo apre le porte all'estrema destra di Paolo Desogus Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Il macronismo apre le porte all'estrema destra

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti