Disgelo Siria-Monarchie del Golfo. Assad incontra Ministro degli esteri degli Emirati Arabi Uniti

Disgelo Siria-Monarchie del Golfo. Assad incontra Ministro degli esteri degli Emirati Arabi Uniti

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Oggi il ministro degli Esteri degli Emirati Arabi Uniti, Abdullah Bin Zayed Al-Nahyan, è arrivato nella capitale siriana Damasco. Una visita impensabile fino a pochi anni fa, dopo la guerra sostenuta dall'occidente nel 2011 nella quale le monarchie del Golfo hanno avuto un ruolo decisivo.

Al suo arrivo, Bin Zayed ha incontrato il presidente siriano Bashar al-Assad per discutere di legami bilaterali e partnership commerciali, secondo una dichiarazione rilasciata dalla presidenza siriana.

"Lo sceicco Abdullah ha sottolineato il sostegno degli Emirati Arabi Uniti agli sforzi per la stabilità in Siria... esprimendo la sua fiducia che la Siria, sotto la guida del presidente Al-Assad, e gli sforzi del suo popolo siano in grado di superare le sfide causate dalla guerra", si legge nella dichiarazione. .

In precedenza, i media arabi avevano riferito che il ministro degli Emirati Arabi Uniti ha viaggiato con una "grande delegazione del Golfo" nella capitale siriana.

Quest'ultimo disgelo delle relazioni tra il governo siriano e gli Stati del Golfo arriva appena un mese dopo che Abu Dhabi ha annunciato di aver concordato con Damasco di "rafforzare il commercio e la cooperazione economica", a seguito di un incontro tra i ministri dell'economia di entrambi i paesi a margine del Dubai Expo 2020.

Mentre gli Emirati Arabi Uniti avevano precedentemente sostenuto i gruppi armati sostenuti dall'occidente che cercavano di rovesciare il governo siriano, negli ultimi anni il paese è stato in prima linea nella normalizzazione dei legami con Damasco, poiché all'inizio di quest'anno ha persino chiesto la riammissione della Siria nella Lega araba.

La Giordania ha anche spinto per riportare la Siria nell'organizzazione regionale, così come solo il mese scorso il presidente Assad ha avuto un colloquio telefonico con il re Abdullah II per la prima volta dal 2011, dopo che i due paesi hanno anche riaperto un importante valico di frontiera.

Certamente questi miglioramenti delle relazioni diplomatiche tra la Siria ed i Paesi della Regione non saranno sconosciuti a Washington che tiene al guinzaglio Amman come Abu Dhabi. La crisi economica in seguito alla pandemia spinge probablmente gli Usa a permettere ai suoi burattini in Medio Oriente ad avere qualche relazione commerciale, come il gasdotto tra Giordania, Libano e Siria che sarà presto abilitato.

Finora le terribili sanzioni degli Usa contro la Siria, il Caesar Act non sono state revocate. Revocarle significherebbe per Washington una dichiarazione dell'ennesimo fallimento flop nella sua strategia di regime change.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Meloni al contrattacco di Pasquale Cicalese Meloni al contrattacco

Meloni al contrattacco

La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba di Andrea Puccio La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba

La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti