Donald Trump accusato di far finire la "tecnologia stealth" degli F-35 a Cina e Russia

Donald Trump accusato di far finire la "tecnologia stealth" degli F-35 a Cina e Russia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La possibile vendita dei caccia stealth F-35 agli Emirati Arabi Uniti (EAU) agita le acque in quel di Washington. Il membro di spicco della Commissione per le relazioni estere del Senato, Bob Menendez, e il membro più anziano della Commissione per i servizi armati del Senato, Jack Reed, hanno sollevato "numerose domande" sull'accordo, in una lettera inviata al Segretario di Stato Mike Pompeo, secondo Defense News.

 

I dubbi dei senatori statunitensi vertono intorno a una questione: visto che Abu Dhabi ha legami di sicurezza con Russia e Cina, la tecnologia dei caccia made in USA potrebbe finire nelle loro mani?

 

"Come potrebbe l'amministrazione garantire che la tecnologia sensibile dell'F-35 non sia minacciata dai legami degli Emirati Arabi Uniti con la Cina (che gli ha venduto i droni Wing Loong) e la Russia (che gli sta vendendo il caccia Sukhoi Su-35, il Pantsir S- 1 sistema di difesa missilistica e sistema missilistico anticarro Kornet-E)?

 

Gli Emirati Arabi Uniti hanno acconsentito a interrompere la cooperazione e gli acquisti con Russia e Cina in cambio dell'F-35?", affermano nella missiva dove poi aggiungono che “la sicurezza nazionale degli Stati Uniti e la sicurezza delle truppe americane potrebbero essere seriamente compromesse da questa vendita".

 

In precedenza, Reuters ha riferito che gli Stati Uniti e gli Emirati Arabi Uniti sperano di raggiungere un accordo iniziale sulla vendita di caccia stealth F-35 prima del 2 dicembre. Data in cui si celebra la Giornata Nazionale degli Emirati Arabi Uniti.

 

Mettendo in dubbio la "velocità vertiginosa" dell'accordo, i due senatori hanno accusato Trump di legare l'accordo al "calendario politico" piuttosto che a "una sobria deliberazione sulla sicurezza regionale".

 

Un altro ostacolo che l'accordo potrebbe incontrare è l'accordo con Israele che afferma che qualsiasi vendita di armi nella regione del Medio Oriente non dovrebbe minare il "vantaggio militare qualitativo" di Israele.

 

"Non avrei alcun problema a vendere loro l'F-35, non avrei assolutamente alcun problema", ha detto Trump a Fox News. "Sono paesi molto ricchi per la maggior parte, come gli Emirati Arabi Uniti, e vorrebbero acquistare gli aerei da combattimento, e personalmente non avrei alcun problema”.

 

L'F-35 Joint Strike Program ha otto partner del programma internazionale: Stati Uniti, Regno Unito, Italia, Paesi Bassi, Australia, Norvegia, Danimarca e Canada.

 

Israele è attualmente l'unico paese del Medio Oriente ad utilizzare gli F-35 e l'unica nazione al mondo ad averlo utilizzato per la prima volta in combattimento.

 

Potrebbe anche interessarti

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

Gli "utili idioti" del sistema? di Leonardo Sinigaglia Gli "utili idioti" del sistema?

Gli "utili idioti" del sistema?

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

La Hybris umana e il miraggio della Pace di Giuseppe Masala La Hybris umana e il miraggio della Pace

La Hybris umana e il miraggio della Pace

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Tassare i ricchi di Michele Blanco Tassare i ricchi

Tassare i ricchi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti