Elon Musk: "Taiwan dovrebbe diventare una zona amministrativa della Cina per evitare conflitti"

Elon Musk: "Taiwan dovrebbe diventare una zona amministrativa della Cina per evitare conflitti"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Dopo aver proposto un piano di pace per l’Ucraina, l’oligarca statunitense Elon Musk ha dichiarato che un conflitto su Taiwan è inevitabile e ha suggerito che l'isola diventi una regione amministrativa speciale della Cina per evitarlo.

"La mia raccomandazione sarebbe quella di creare una zona amministrativa speciale per Taiwan che sia ragionevolmente accettabile", ha dichiarato Musk in un'intervista al quotidiano britannico Financial Times

 

Leggi - Taiwan. La provincia ribelle

 

Il CEO di Tesla ha proposto sul suo account Twitter un piano per una risoluzione pacifica del conflitto in Ucraina. L'iniziativa riguarda quattro punti chiave: ripetere i referendum nelle "regioni annesse" sotto la supervisione delle Nazioni Unite, accettare che la Crimea faccia parte della Russia, garantire l'approvvigionamento idrico della penisola e mantenere lo status di neutralità dell'Ucraina. 

Ovviamente la proposta di Musk non è stata presa bene dai vertici del regime di Kiev. Il presidente ucraino Zelensky ha deciso di pubblicare su Twitter un proprio sondaggio: "Quale Elon Musk vi piace di più?”, aggiungendo due opzioni: "Quello che sostiene l'Ucraina" o "Quello che sostiene la Russia".

"Vaffanculo", è la mia risposta molto diplomatica. L'unico risultato è che ora nessun ucraino comprerà la vostra cazzo di Tesla. Buona fortuna", ha dichiarato l'ambasciatore uscente dell'Ucraina a Berlino, Andrei Melnik.

Qualche ora dopo, Musk ha lasciato un commento sotto il sondaggio di Zelenski: "Continuo a sostenere pienamente l'Ucraina, ma sono convinto che la massiccia escalation della guerra causerà grandi danni all'Ucraina e forse al mondo intero”.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

C'era una volta il servizio sanitario nazionale di Gilberto Trombetta C'era una volta il servizio sanitario nazionale

C'era una volta il servizio sanitario nazionale

8 miliardi dalla Meloni a Tripoli per finanziare migrazione e terrorismo di Michelangelo Severgnini 8 miliardi dalla Meloni a Tripoli per finanziare migrazione e terrorismo

8 miliardi dalla Meloni a Tripoli per finanziare migrazione e terrorismo

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente