World Affairs/Jimmy Lai e quelli come lui vogliono essere pedine degli Stati Un...

Jimmy Lai e quelli come lui vogliono essere pedine degli Stati Uniti a Hong Kong

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.



Global Times
 

Come previsto, gli Stati Uniti hanno risposto ferocemente all'arresto di Jimmy Lai Chee-ying da parte della polizia di Hong Kong. Il vicepresidente Mike Pence, il segretario di Stato Mike Pompeo, il consigliere per la sicurezza nazionale Robert O'Brien e senatori come Marco Rubio si sono scagliati contro. In netto contrasto con l'Europa, poiché il portavoce della Commissione europea ha solo espresso la sua posizione di routine sulla questione.

 

La circostanza dimostra che l'arresto di Lai ha toccato gli interessi degli Stati Uniti a Hong Kong e distrutto il canale attraverso il quale Washington interferisce negli affari di Hong Kong.

 

Esistono differenze ideologiche tra Europa e Cina, ma le due parti non hanno gravi problemi geopolitici. Tuttavia, sia i conflitti ideologici che quelli geopolitici modellano le relazioni Cina-Stati Uniti e le ambizioni geopolitiche degli Stati Uniti sono la vera forza trainante del demente contenimento della Cina da parte degli Stati Uniti. Dal momento che gli Stati Uniti non possono giocare pubblicamente con la geopolitica, intensificano gli attacchi ideologici alla Cina per legittimare la loro egemonia usando la retorica occidentale.

 

Gli affari di Hong Kong non hanno nulla a che fare con la libertà di stampa. È se questa città altamente autonoma si attiene alla struttura "un paese, due sistemi", o accetta la manipolazione di Washington e serve le strategie degli Stati Uniti. Lee e quelli come lui vogliono essere pedine degli Stati Uniti a Hong Kong e dedicarsi a trasformare Hong Kong in un pivot. Sono alleati speciali degli Stati Uniti.

 

Mentre la competizione strategica Cina-USA si approfondisce e gli Stati Uniti attaccano la Cina in modo sempre più isterico, Lai è scivolato nella vergognosa posizione di complice degli Stati Uniti ed è diventato un vero traditore.

 

La competizione strategica Cina-USA eserciterà un'influenza fondamentale su dove viviamo. La stretta interazione tra il popolo cinese e gli Stati Uniti potrebbe spostarsi sui cambiamenti negli obiettivi degli Stati Uniti. Persone come Lai non ne hanno idea e odiano il paese dal profondo del cuore, ma gli altri devono rimanere sobri e vigili.

 

Alcuni nel campo pan-democratico di Hong Kong sperano di fare pressione sul governo centrale destabilizzando Hong Kong. 

 

Ma dovrebbero sapere che la destabilizzazione di Hong Kong è diventata un mezzo importante per gli Stati Uniti per contenere la Cina. Se continuano a spingere Hong Kong nel caos e insistono sui loro "diritti democratici", e se accettano il sostegno degli Stati Uniti e forniscono la leva e le opportunità agli Stati Uniti per destabilizzare Hong Kong, stanno scegliendo la strada sbagliata.

 

Lai è andato troppo oltre su questa strada. È caduto completamente nell'orbita degli Stati Uniti. I suoi sforzi non mirano solo a spingere la società di Hong Kong verso gli Stati Uniti in termini di valori, ma anche a rapire gli interessi di Hong Kong per collocare Hong Kong sul carro degli Stati Uniti - trasformando così fondamentalmente Hong Kong, la finestra della Cina sul mondo esterno, nella prima linea anti-cinese degli Stati Uniti.

 

A parte la scelta di Lai, l'adeguamento fondamentale della strategia cinese degli Stati Uniti ha rafforzato la sua collusione con gli Stati Uniti per mettere in pericolo la sicurezza nazionale cinese. Alla fine, la cosiddetta libertà di stampa è diventata il suo strumento ludico con cui promuove gli interessi strategici degli Stati Uniti a Hong Kong. Quindi ha usato l'interferenza degli Stati Uniti negli affari di Hong Kong come leva per proteggersi e ha collegato i suoi interessi e la sua sicurezza alla politica di Washington a Hong Kong. È così che è nato un traditore.

 

Lai è destinato a essere disprezzato dalla storia cinese. È una tragedia in cui lui, come cinese, ha scelto la parte sbagliata e ha camminato sulla strada sbagliata. La sua argomentazione sulla "libertà di stampa" non può compensare il suo tradimento nei momenti chiave: ha agito come agente e ha aperto la strada al contenimento della Cina da parte degli Stati Uniti.

 

La libertà di stampa di Hong Kong ha molto spazio e Next Digital di Lai è ancora operativo. Perché renderlo al servizio dell'offensiva cinese di Washington? Lai dovrebbe spiegarlo alla storia.

 

Aiutare Hong Kong a stabilizzarsi significa proteggere Hong Kong e aiutare la nazione cinese in mezzo alla burrascosa concorrenza Cina-USA. Chiunque ami la Cina e Hong Kong dovrebbe fare una scelta morale in questo momento storico critico.

 

(Traduzione de l’AntiDiplomatico)

Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa