La Cina emenda la sua Legge sulla Difesa Nazionale. Pechino protagonista del nuovo mondo multipolare

La Cina emenda la sua Legge sulla Difesa Nazionale. Pechino protagonista del nuovo mondo multipolare

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La fase attuale mette la Cina davanti a nuove sfide e minacce. Pechino riflette dunque su come aggiornare la sua dottrina di difesa per affrontare al meglio i nuovi scenari globali che vedono il Dragone sempre più protagonista e in ascesa. Sia a livello militare che economico. 

 

Per questo la Cina sta meditando di emendare la sua Legge sulla Difesa Nazionale. La volontà è quella di aggiungere formulazioni chiave come le minacce agli interessi di sviluppo del paese , la mobilitazione della difesa e il coinvolgimento nella governance della sicurezza globale, scrive il Global Times. 

 

La bozza di emendamento alla Legge sulla Difesa Nazionale è stata pubblicata sul sito web del Congresso Nazionale del Popolo (NPC) e le persone sono state sollecitate ad esprimere il proprio parere sulla bozza. Il generale Wei Fenghe, membro della Commissione militare centrale (CMC), consigliere di Stato e ministro della Difesa nazionale, ha illustrato l’emendamento, secondo quanto riferisce il Beijing Youth Daily.

 

Wei ha affermato che l'attuale legge sulla difesa nazionale entrata in vigore nel 1997 non può adattarsi completamente alle nuove missioni e requisiti per lo sviluppo della difesa nazionale e dell'esercito cinese, e per questo è giunto il momento di aggiornarla. 

 

La situazione strategica del mondo ha subito profondi cambiamenti negli ultimi 20 anni, poiché il mondo ha visto aumentare la concorrenza strategica internazionale, aumentare continuamente le questioni di sicurezza globale e regionale, conflitti armati senza sosta e guerre regionali, instabilità e incertezza sempre più evidenti a livello internazionale, ha spiegato il generale cinese. 

 

Wei ha anche osservato che la Cina si trova in un periodo chiave di opportunità strategiche di sviluppo e si trova ad affrontare minacce e sfide alla sicurezza ancora più complesse.

 

Il progetto di emendamento afferma che quando la sovranità, l'unità, l'integrità territoriale, la sicurezza e gli interessi di sviluppo della Cina sono minacciati, il paese può condurre una mobilitazione per la difesa a livello nazionale o locale. La parte "interessi di sviluppo" è una nuova aggiunta alla legge attuale.

 

Il nuovo emendamento prevede anche una maggiore presenza della Cina sullo scenario internazionale. Infatti il progetto emendamento afferma che la Cina può usare le sue forze armate per proteggere cittadini, organizzazioni, unità e strutture cinesi all'estero, salvaguardando così gli interessi della Cina all'estero e partecipando ad attività tra cui missioni di mantenimento della pace delle Nazioni Unite, soccorso internazionale, trasporto marittimo. scorta, esercitazioni congiunte e antiterrorismo secondo le regole di base delle relazioni internazionali basate sui principi della Carta delle Nazioni Unite.

 

La Cina parteciperà alla governance della sicurezza globale, si unirà ai colloqui multilaterali sulla sicurezza e promuoverà e istituirà una serie di regole internazionali ampiamente accettate, eque e ragionevoli, afferma il progetto di emendamento.

 

Oltre alla difesa di frontiera, marittima e aerea, il progetto di emendamento afferma anche che il paese dovrebbe adottare le misure necessarie per salvaguardare attività, risorse e altri interessi in altri settori chiave della sicurezza, inclusi lo spazio cosmico, lo spazio elettromagnetico e le reti.

 

Sul fronte interno il progetto di emendamento prevede che i dipendenti pubblici dovrebbero svolgere ruoli di primo piano nell'educazione alla difesa nazionale e le bandiere e gli emblemi dell'Esercito popolare di liberazione e della Polizia armata popolare dovrebbero essere rispettati. 

 

Insomma, questo progetto di emendamento vuole portare la Cina al passo coi tempi e capace di affrontare al meglio le sfide e gli ostacoli che Pechino si trova ad affrontare sul percorso in ascesa che la sta portando a scalzare gli Stati Uniti come prima potenza mondiale. 

 

I popoli del mondo potranno trarre solo giovamento da un maggiore coinvolgimento di Pechino negli affari internazionali. Un ulteriore passo verso l’emergente nuovo ordine multipolare capace di arginare la tracotanza statunitense e portare pace e stabilità.

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L’Iran come la Siria nel 2011? di Francesco Santoianni L’Iran come la Siria nel 2011?

L’Iran come la Siria nel 2011?

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra