Europlot/"La Serbia non diventerà mai membro dell'Ue", Vojislav Seselj, ca...

"La Serbia non diventerà mai membro dell'Ue", Vojislav Seselj, candidato presidenziale del Partito Radicale Serbo

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

 Il leader del Partito Radicale Serbo e candidato presidenziale, Vojislav Seselj, ha concesso un'intervista esclusiva a RT nella quale ha dichiarato che la Serbia non sarà mai un membro dell'UE e si è espresso a favore di una più stretta cooperazione con Mosca e dell'istallazione di basi militari russe sul territorio del suo paese. "E' una questione di sopravvivenza. Vogliamo basi russe in Serbia, perché siamo circondati da minacce". Invece di un'alleanza con l'Unione europea, il candidato vorrebbe un'integrazione con la Russia, una "unione doganale" e anche "un esercito comune, le stesse uniformi" . A questo proposito, ha detto che in 12 anni, il governo filo- occidentale della Serbia "ha rovinato l'esercito" nel paese, che aveva una grande forza al momento del bombardamento della NATO del 1999 .

Il Presidente del Partito Radicale Serbo ha detto che oggi i Balcani restano "una polveriera" e ha anche parlato della situazione dei serbi nei territori della ex Jugoslavia , in particolare in Bosnia Erzegovina, Macedonia, e in particolare in Kosovo e Metojia.

Il politico serbo ha detto che il suo partito sostiene la vittoria di Donald Trump alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti, perché, anche se fino ad ora non sa come guiderà il Paese, "l'importante era non per lasciare che la Clinton salisse al potere " .

Seselj ha aggiunto che Trump fa "dichiarazioni audaci" e spera che "mantenga le sue promesse".

 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa