La spesa militare globale aumenta nonostante la pandemia

La spesa militare globale aumenta nonostante la pandemia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La pandemia Covid-19 causata dal diffondersi del nuovo coronavirus ha provocato grossi contraccolpi in pressoché tutte le economie mondiali. Diversi sono i settori devastati dalla crisi pandemica. C’è però un comparto che non sembra soffrire una tale crisi: parliamo del settore difesa. 

Secondo uno studio realizzato dall’Istituto Internazionale di Ricerche sulla Pace di Stoccolma la spesa militare totale è aumentata nel 2020 nonostante la pandemia. 

L’anno scorso la spesa militare globale ha toccato quota 1,9 trilioni di dollari, facendo segnare un aumento del del 2,6% rispetto al 2019.

I cinque paesi che hanno speso di più nel 2020 - e insieme rappresentano il 62% della spesa militare globale - sono stati Stati Uniti, Cina, India, Russia e Regno Unito. La spesa militare cinese è cresciuta per il 26 ° anno consecutivo, raggiungendo i 252 miliardi di dollari nel 2020.

Tuttavia, ci sono alcuni paesi come il Cile e la Corea del Sud, che hanno deciso di riallocare parte della loro spesa militare per la risposta alla pandemia, indica il SIPRI. 

Altri, come il Brasile e la Russia (nonostante un aumento del 2,5%, nel caso del paese eurasiatico), hanno speso notevolmente meno dei loro budget militari inizialmente previsti per il 2020.

Discorso diverso invece per i paesi NATO: hanno aumentato le loro spese militari nel 2020. Pertanto, 12 membri della NATO hanno speso il 2% o più del loro PIL per le forze armate, l'obiettivo di spesa dell'alleanza, rispetto ai 9 membri che hanno raggiunto quella percentuale nel 2019. Da notare che si tratta dell’obiettivo di spesa che l’ex presidente Trump aveva praticamente imposto ai paesi NATO lamentando il fatto che la maggior parte dei costi dell’alleanza atlantica fossero a carico di Washington. 

"Possiamo affermare con una certa certezza che la pandemia non ha avuto un impatto significativo sulla spesa militare mondiale nel 2020", ha sintetizzato Diego Lopes da Silva, ricercatore del SIPRI.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La fine dell'impunità di Israele di Clara Statello La fine dell'impunità di Israele

La fine dell'impunità di Israele

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti