La Turchia sostituirà il Mir con Troy. Mosca e Ankara hanno trovato un'alternativa al sistema di pagamento russo

La Turchia sostituirà il Mir con Troy. Mosca e Ankara hanno trovato un'alternativa al sistema di pagamento russo

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Le banche centrali di Russia e Turchia stanno discutendo il passaggio al sistema di pagamento interno TROY proposto dalla Banca Centrale di Turchia, che non sarà colpito dalla politica di sanzioni dell'Occidente e permetterà ai turisti russi di pagare liberamente gli acquisti in vacanza. Un sistema di pagamento alternativo priverà gli Stati Uniti della possibilità di intervenire direttamente nella cooperazione tra i due paesi. Ufficialmente, l’adozione dell'utilizzo del sistema di pagamento sarà annunciata nel prossimo futuro.

Secondo il quotidiano Aydinlik, con l'autorizzazione della Banca Centrale di Russia, se le banche russe che non rientrano nelle sanzioni statunitensi accettano il sistema di pagamento turco Troy o se aprono un conto presso le banche turche che operano in Russia e ricevono una carta integrata con Troy, i turisti russi possono fare acquisti con queste carte in Turchia.

Il potenziale passaggio al sistema di pagamento TROY è il risultato di negoziati che le banche centrali russa e turca stanno conducendo da diverse settimane. I problemi con l'uso delle carte russe in Turchia sono iniziati una settimana fa, in concomitanza con la pubblicazione da parte del Tesoro nordamericano di un documento sulla sua disponibilità a imporre sanzioni per il sostegno al Mir al di fuori della Russia. Le banche turche sono state quasi immediatamente costrette a rifiutare il servizio delle carte russe.

In merito al sistema di pagamento TROY, il quotidiano turco Aydinlik scrive: “Su pressione degli Stati Uniti, prima le banche private e poi quelle pubbliche hanno sospeso le transazioni effettuate con il sistema MIR, e i turisti russi che vengono nel nostro Paese sono arrivati alla conclusione di realizzare le loro spese in contanti o attraverso sistemi che non impongono sanzioni alla Russia. Tuttavia, la Turchia ha avuto l'opportunità di diffondere TROY, il sistema di pagamento nazionale. Come è noto, il metodo di pagamento turco TROY, messo in funzione dal Centro carte interbancarie (BKM) nel 2016, ha portato il nostro Paese ad avere un proprio schema di pagamento per la prima volta nella sua storia. Secondo i dati del marzo 2022, sono in circolazione più di 12 milioni di carte con il logo TROY. Poiché TROY è un sistema di pagamento, la maggior parte delle banche operanti nel nostro Paese utilizza il sistema TROY. La quota di mercato del sistema è superiore al 4%. Nella presentazione del pacchetto di riforme economiche del marzo 2021, il Presidente Erdogan ha annunciato che il sistema di pagamento nazionale TROY sarebbe stato portato sotto la gestione di una società separata, reso competitivo con le sue controparti, e le commissioni pagate agli esterni sarebbero state ridotte in questo modo. In effetti, TROY era precedentemente sotto BKM, diretto dal dottor Soner Canko. Canko e il suo team hanno creato e sviluppato TROY. Poi è intervenuto lo Stato. Il tempo ci dirà se è stato un bene o un male. Tuttavia, quando è arrivata la minaccia di sanzioni contro il MIR, come Aydinlik, abbiamo scritto che il nostro metodo di pagamento nazionale TROY poteva essere utilizzato per i pagamenti dei turisti russi”.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani di Giacomo Gabellini Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Haaretz conferma l'aiuto di Israele all'Ucraina di Marinella Mondaini Haaretz conferma l'aiuto di Israele all'Ucraina

Haaretz conferma l'aiuto di Israele all'Ucraina

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese   di Bruno Guigue Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare? di Alberto Fazolo Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno di Gilberto Trombetta Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria di Michelangelo Severgnini Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo di Pasquale Cicalese La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

La nuova forma di psicologia del mondo digitale di Damiano Mazzotti La nuova forma di psicologia del mondo digitale

La nuova forma di psicologia del mondo digitale