Lavrov plaude il modello BRICS come "vera diplomazia multilaterale"

Lavrov plaude il modello BRICS come "vera diplomazia multilaterale"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

"Le economie BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) incarnano una sinergia di culture e sono un modello di vera diplomazia multilaterale". Lo ha affermato giovedì il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

"Gli sforzi all'interno della sua struttura si basano sui principi di uguaglianza, rispetto reciproco e giustizia", ha affermato Lavrov nel suo discorso video ai partecipanti al 4° forum internazionale dei paesi BRICS+ a San Pietroburgo secondo quanto riporta Tass. 

"Questa struttura internazionale è un modello di vera diplomazia multilaterale in conformità con le realtà del 21° secolo", ha affermato il massimo diplomatico russo.

All'inizio di questo mese, i funzionari algerini hanno presentato una domanda formale per entrare a far parte del club BRICS. Secondo i calcoli di TASS effettuati sulla base dei dati FMI per il 2022, i paesi BRICS rappresenterebbero i due terzi dell'economia mondiale, se nuovi membri, vale a dire Arabia Saudita, Turchia, Egitto e Algeria, aderissero all'associazione.

Da ultimo, anche l'Iran e l'Argentina avevano chiesto di entrare nel "club BRICS". In precedenza anche Egitto, Turchia e Emirati Arabi Uniti avevano espresso la loro intenzione di aderire all'associazione.

Il 26 settembre, il vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov aveva confermato che effettivamente i membri dei BRICS avevano iniziato a lavorare sulla possibile espansione dell'associazione. Sottolineando, tuttavia, che i tempi da questo punto di vista non erano da considerare rapidi.

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani di Giacomo Gabellini Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Haaretz conferma l'aiuto di Israele all'Ucraina di Marinella Mondaini Haaretz conferma l'aiuto di Israele all'Ucraina

Haaretz conferma l'aiuto di Israele all'Ucraina

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese   di Bruno Guigue Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare? di Alberto Fazolo Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno di Gilberto Trombetta Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria di Michelangelo Severgnini Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo di Pasquale Cicalese La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

La nuova forma di psicologia del mondo digitale di Damiano Mazzotti La nuova forma di psicologia del mondo digitale

La nuova forma di psicologia del mondo digitale

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti