Putin al Forum di San Pietroburgo: "L'economia delle entità immaginarie viene sostituita dall'economia dei beni reali"

Putin al Forum di San Pietroburgo: "L'economia delle entità immaginarie viene sostituita dall'economia dei beni reali"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Nell'atteso intervento di questo venerdì al Forum economico di San Pietroburgo, il presidente della Federazione russa Vladimir Putin ha dichiarato come: "Gli Stati Uniti - dopo aver dichiarato la vittoria nella Guerra Fredda - si sono autoproclamati messaggeri di Dio in terra, che non hanno obblighi ma solo interessi.". E ancora: "Inoltre, questi interessi sono dichiarati sacri. Sembrano non notare che negli ultimi decenni si sono formati nuovi potenti centri sul pianeta e stanno diventando sempre più forti". 

Sul tema delle sanzioni, il presidente della Federazione russa ha sottolineato come sia un'arma a doppio taglio. "Le sanzioni possono essere utilizzate contro qualsiasi stato. Anche le aziende europee possono diventare il loro obiettivo. E così la stessa Ue ha inferto un duro colpo alla sua economia".

Putin ha sottolineato come l'Unione Europea, che non ha nessuna operazione speciale in corso, vede il tasso di inflazione giungere al 20%.

"Solo per quel che riguarda le perdite dirette dell'UE dovute, la cifra può superare i 400 miliardi di dollari in un anno. Questi costi sono a carico delle persone",  ha sottolineato Putin.

Durissimo l'attacco diretto all'Europa: "L'Ue ha perso la sua sovranità politica e le sue élite ballano sulle note degli altri, danneggiando i propri popoli e le proprie aziende".

Sull'aumento dei prezzi energetici e dei beni alimentari, il presidente russo ha dedicato parti significative del suo intervento. Sul primo aspetto ha accusato le elites occidentali di "cieca devozione alle rinnovabili" che ha portato alla crescita dei prezzi già nel terzo quarto dell'ultimo anno. Sulla crisi alimentare ha respinto le accuse rivolte alla Russia e assicurato il suo impegno per garantire "in sicurezza l'esportazione del grano ucraino", sottolineando come "le sanzioni contro i fertilizzanti russi sia a deterioramento dello stesso occidente". 

Sulle conseguenze di medio periodo una frase appare particolarmente significativa dell'intervento di Putin al Forum. "L'economia delle entità immaginarie viene sostituita dall'economia dei beni reali"

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti