Scienza? Se il governo inglese ignora quanto pubblica il British Medical Journal

Scienza? Se il governo inglese ignora quanto pubblica il British Medical Journal

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il Parlamento del Regno unito ha dato via libera  (con 385 voti contro 100) alla vaccinazione obbligatoria di tutti i lavoratori della sanità che sono a diretto contatto con pazienti. Il  9 novembre il Segretario di Stato per la salute e gli affari sociali Sajid Javid aveva annunciato che tutti i lavoratori del ramo salute e cure dovranno essere vaccinati entro il 1 aprile 2022 per “proteggere i pazienti, i colleghi e lo stessi sistema sanitario”

Ignorate due autorevoli prese di posizione, pur pubblicate pochi giorni prima dalla rivista medica più autorevole del paese, il British Medical Journal. Da una parte (https://www.bmj.com/content/375/bmj.n2957), un rapporto del Secondary Legislation Committeee della House of Lords, il 30 novembre, ha detto che i benefici sarebbero “marginali” e che il governo non ha spiegato come affronterebbe la partenza dei contrari al vaccino disposti a lasciare il lavoro (ben 126.000 persone).

E dal canto loro medici e professionisti della salute, molti dei quali lavorano nel servizio sanitario nazionale, in una lettera (https://www.bmj.com/content/375/bmj.n2957/rr-1) hanno espresso “opposizione alla vaccinazione obbligatoria per qualunque categoria di persone”, per “mancanza di ragioni sufficienti”.

Infatti “non discutiamo che Covid-19 sia un’infezione pericolosa e che i vaccini funzionino in molte situazioni”, ma “i trial randomizzati sono durati pochissimo e non avevano dimostrato se i vaccini fossero o no utili anche contro la trasmissione – la constatazione è poi avvenuta nel mondo reale, con la rapida diffusione delle varianti Delta e adesso Omicron”. Inoltre, le dosi “booster” non sono state testate in trial randomizzati.

Quanto poi alla sicurezza dei vaccini, il gruppo dei sanitari sottolinea che oltre ai rari ma possibili effetti avversi come trombosi e miocarditi, che richiedono mesi per essere individuati, occorre considerare che solo fra anni potrebbero essere individuati gli effetti a lungo termine, vista la corta durata dei trial randomizzati.

E non ci sono dati sui gruppi che potrebbero essere colpiti in modo particolare. Con ulteriori dosi, si corre un rischio cumulativo a fronte di un beneficio non certo in varie fasce di popolazione. Per i giovani, che presentano bassi rischi di morbidità e mortalità, e per chi ha già avuto una infezione e sembra mantenere una memoria immunologica, i rischi individuali superano i benefici, e quanto all’obiettivo di ridurre la trasmissione alle persone a rischio più elevato (le quali peraltro in genere si suppongono protette dal vaccino), l’efficacia non è stata dimostrata.

 

M. C.

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Il Rubicone della NATO di Giuseppe Masala Il Rubicone della NATO

Il Rubicone della NATO

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti