Sean Stinton - Il Grande Reset: la fine del capitalismo per come lo conosciamo

Sean Stinton - Il Grande Reset: la fine del capitalismo per come lo conosciamo

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

L'offGuardian è un sito informativo fondato da alcuni giornalisti fuoriusciti dall'inglese Guardian pere poter così finalmente raccontare la loro reale posizione senza pressioni dell'editore, degli inserzionisti pubblicitari e dei politici. Propongo qui la traduzione di un articolo apparso oggi e relativo al Great Reset, il new normal che ci attende. Perchè gli allarmi esagerati su questa pandemia? Perchè la svolta green? Che c'entra tutto questo con la digitalizzazione, il 5G e i futuri internet delle cose e dei corpi? Sean Stinton prova a darci una risposta.

 

di Sean Stinton per OffGuardian

 

Pensare che ci sia stata una reazione eccessiva alla pandemia di coronavirus potrebbe essere l'eufemismo del secolo. La scintilla iniziata come una paura razionale della malattia è stata alimentata con le fiamme del panico diffuso che ha infuriato nel le istituzioni statali e civili. A parte lo spettacolo delle elezioni americane (o forse questo è un esempio calzante), è giusto dire che la democrazia non esiste più. Lo Stato di diritto è stato sospeso.

Uno "stato di emergenza" è presente in gran parte del mondo e probabilmente rimarrà a tempo indeterminato. Tutto questo è stato istituzionalizzato sotto la copertura di un'emergenza medica dichiarata e - come in un moderno esperimento di Milgram - le masse si sono allineate. Chiunque osi mettere in dubbio la nuova normalità, la costante igienizzazione delle mani, l'onnipresente presa della temperatura corporea, il distanziamento sociale; il tracciamento dei contatti è ora percepito come una minaccia per la società.

Se c'è un elefante nella stanza è probabilmente il fatto che non sembra esserci alcuna pandemia di cui parlare. Indipendentemente dalla segnalazione esagerata di casi, non vi è alcun picco significativo nel numero complessivo di decessi rispetto a una normale stagione influenzale.

Il Covid 19 si manifesta come una lieve influenza nella maggior parte delle persone che si ammalano. La pandemia è percepita come pericolo nonostante l'infezione non presenti alcun sintomo nella maggior parte delle persone, purr avendo un impatto scarso sui bambini e, secondo un numero crescente di medici, nonostante possa essere trattata con successo con farmaci poco costosi e prontamente farmaci disponibili come vitamine D, C e zinco.

Allora cosa diavolo sta succedendo? Perché gli schermi in plexiglass spuntano davanti a ogni cassa? Perché bisona indossare la mascherina e usare le app di tracciamento? Perché scuole e aziende sono state costrette a chiudere? Perché l'economia globale si è arrestata? Perché le persone vengono chiuse a chiave nelle loro case? Perché gli anziani vengono lasciati morire soli?

Tutta questa intricata vicenda deve essere dipanata, ma da dove cominciare? Qual è un ragionevole punto di ingresso in questa storia dell'orrore? Quali sono i fatti fondamentali necessari per presentare una valutazione equa ed equilibrata? Quali ipotesi, se ce ne sono, dobbiamo vagliare?

Forse potremmo semplicemente immergerci direttamente nel Great Reset, una proposta avanzata dal World Economic Forum (WEF) per ricostruire l'economia globale in modo "sostenibile" dopo la pandemia COVID-19, di cui puoi leggere tutto qui.

Ma come iniziare a parlare di ripristino dell'economia globale senza almeno un'introduzione superficiale al lavoro di Karl Marx, sicuramente uno dei se non il più importante economista politico dell'era moderna? Avresti dovuto conoscerlo a scuola.

Oltretutto bisogna inquadrare questa storia provando a comprendere quello che è il culto della tecnocrazia, l'ideologia forgiata nelle braci della Grande Depressione che ha cercato di rifare il mondo in modo più resiliente, lasciando fuori l'elemento umano corruttibile dai processi decisionali? Questo discorso può sembrare solo di interesse esoterico, ma ci si deve domandare questo quando romanzi come 1984 e Brave New World sono ormai letti più come manuali di istruzioni che romanzi.

Mi domando se possiamo sperare di cogliere l'intera portata della nostra situazione attuale senza comprendere la natura fragile dell'economia del secondo dopoguerra e come il sistema del petrodollaro è arrivato a sostituire efficacemente il gold standard? Probabilmente questo appare come qualcosa di più interessante per degli economisti politici in erba, ma a ben vedere, sono di fondamentale importanza per tutti.

È essenziale sapere chi era John D Rockefeller; conoscere la sua storia di filantropia e i suoi legami con l'industria farmaceutica, o anche sapere che proprio il terreno su cui poggiano le Nazioni Unite è stato donato da lui e dalla sua famiglia. (Mezzo secolo dopo la costruzione del World Trade Center sarebbe stata finanziata dai suoi nipoti Nelson e David, ma sicuramente sto divagando ...).

O sapere come David Rockefeller, aiutato e incoraggiato dal suo protetto Maurice Strong, portò l'agenda sul clima in primo piano negli anni '70 per strappare il controllo delle risorse naturali del mondo ai governi sovrani e alle popolazioni indigene e metterle nelle mani di organizzazioni non governative di proprietà delle imprese. organizzazioni. O credete davvero che tutto questo dovrebbe essere archiviato sotto la "teoria del complotto"?

Sarebbe utile comprendere il credo perverso del transumanesimo; dove la sua agenda si interseca con tutto quanto sopra, e quale radicale cambiamento culturale ha portato a somministrare i bloccanti della pubertà ora comunemente prescritti ai bambini con disturbi mentali? O sapere perché le parole realtà biologica non possono più essere pronunciate in gentile compagnia?

Tutti questi sono potenziali capitoli di un libro che semplicemente non ho il tempo né l'energia per scrivere. Quindi, per i nostri scopi attuali, possiamo solo essere d'accordo sul fatto che quando vivi in ??un sistema che premia la ricchezza e il potere e privilegia il profitto privato rispetto ai bisogni umani e lo distribuisci tra 7 miliardi di persone, finisci con le peggiori aberrazioni che la specie umana può produrre all'apice del potere. Siamo governati da psicopatici.

Se tutto questo è troppo difficile da accettare per te, ti suggerisco di interrompere qui e tornare al tuo canale di notizie televisivo preferito e attendere ulteriore programmazione. Suggerimento: non importa quale canale. Quando sei mega società possiedono tutte le testate giornalistiche, SONO TUTTE NOTIZIE FALSE.

Niente è come sembra. Il mondo come lo conoscevamo non è mai stato come sembrava comunque. Ma ora c'è stato un cambiamento fondamentale.

Per mettere questo in un contesto storico, parlare di epoca moderna significa parlare di un periodo storico distinto con le sue caratteristiche economiche e sociali peculiari. Il principale tra questi è un sistema di rapporti di proprietà controllati dai mercati, che esistono all'interno di quadri istituzionali concordati sostenuti dall'autorità politica.
"La proprietà privata è il vitello d'oro del capitalismo e il capitalismo non regolamentato è la bibbia della classe dominante". scrive Bernd Hamm. Un'osservazione succinta, ma sento che la metafora ha bisogno di essere ampliata in qualche modo, perché mi sembra che il vitello d'oro, una volta adorato, venga ora sacrificato.

Il quadro teorico di Marx è fondamentale per comprendere la nostra situazione attuale. Marx aveva assolutamente ragione quando diceva che le crisi della produzione capitalistica sono dovute al sottoconsumo, cioè alla produzione che supera la domanda. In poche parole, continuare a produrre sempre di più pagando sempre meno i lavoratori si traduce nel fatto che i lavoratori non possono permettersi di acquistare i beni che producono.Marx lo descrive come una contraddizione interna; Una contraddizione radicata nel DNA stesso del sistema capitalista.

Non lasciamoci ingannare dal fatto che la classe dirigente non abbia studiato anche la storia e non sappiano quale destino li attende se al capitalismo viene permesso di seguire il suo percorso ordinato. Ecco perché suggerisco che abbiano scelto di portare la rivoluzione alle masse lavoratrici, prima che noi la portiamo a loro.

L'attuale recessione globale potrebbe essere stata inevitabile, ma la (cattiva) gestione della pandemia è stata uno strumento da demolizione. La terribile situazione in cui ci troviamo ora presenta, secondo Klaus Schwab, fondatore e CEO del WEF, una "stretta finestra di opportunità"sulla quale"riflettere, reimmaginare e resettare il nostro mondo".

Sembra tutto abbastanza nobile e grandioso, finché non ti rendi conto che questo sociopatico sta effettivamente chiedendo il completo annientamento delle economie nazionali - economie che non si sono ancora riprese dalla crisi capitalista globale del 2008.

La BoE definisce questa la più grande recessione dal 1706. Questa non è solo una bolla del credito di 300 anni, ma l'intera impresa capitalista. L'intera era moderna. Capitalismo, liberalismo, democrazia, tutto è andato in un colpo solo. E non tornerà mai più - ne sono certi.

Quello che stiamo vedendo oggi è un allontanamento dalle economie basate sulla produzione, di cui potete leggere tutto nella letteratura del WEF. Ciò che viene proposto dai resetters sotto la rubrica "ricostruire meglio" non è capitalismo; è un sistema completamente diverso di organizzazione sociale ed economica.

Una "sharing economy" nel nuovo gergo: un sistema di input e output di energia perfettamente bilanciato grazie alle moderne meraviglie della blockchain e dell'Internet of Things / Internet of Bodies. Le caratteristiche distintive del capitalismo - mercati competitivi, un sistema di prezzi, proprietà privata e riconoscimento dei diritti di proprietà, scambio volontario e lavoro salariato - sono vistosamente assenti da questa nuova economia, insieme a qualsiasi speranza di mobilità verso l'alto.

Nella lingua reale questa è TECNOCRAZIA. Questo è un cambio di paradigma.

Marx aveva ragione quando predisse che il capitalismo sarebbe finito a causa delle sue stesse contraddizioni interne. Era ingenuo nel pensare che sarebbe necessariamente finito a causa della lotta rivoluzionaria della classe operaia. La classe dominante ha altre opzioni e il sistema che intendono imporci in seguito sarà più efficiente, più resistente e più brutale di qualsiasi cosa John D Rockefeller avrebbe potuto concepire nelle sue fantasie più sfrenate.

Di recente un compagno mi ha chiesto perché ritengo che non viviamo più sotto il capitalismo. A questo posso solo rispondere, come dovremmo organizzare un contrattacco efficace quando non siamo consapevoli che il terreno è cambiato. Fischiettare nel buio e pisciare nel vento allo stesso tempo non richiede alcun talento speciale. Dobbiamo affrontare le nostre mutevoli condizioni materiali e aggiornare il nostro quadro teorico, altrimenti rischiamo di diventare totalmente irrilevanti.

Quello che stiamo vedendo non è solo il solito affare. Non è solo l'ultima presa di potere; l'ultima ridistribuzione al rialzo della ricchezza all'1%. Né è "solo" il fascismo, cioè il capitalismo in crisi. Ciò che stiamo vedendo, o piuttosto non vediamo, è molto più di questo. Per comprendere appieno, dobbiamo guardare oltre gli aspetti scenici ed esaminarne i meccanismi interni.

Il virus è un teatro. Proprio come il cambiamento climatico era un teatro. "Cambiamento climatico" è una parola d'ordine deliberatamente priva di significato inventata per servire gli interessi delle élite. Incolpare di tutti i nostri problemi un gas invisibile che costituisce lo 0,04% dell'atmosfera non serve per affrontare nessuno dei gravi problemi ambientali che dobbiamo affrontare. Piuttosto, il collegamento proposto tra il riscaldamento atmosferico e i gas "serra" agisce come un diversivo dei temi che le élite non hanno intenzione di affrontare.

La deforestazione è un tema sul quale abbiamo un disperato bisogno di agire. Liberare milioni di acri per far posto ai parchi solari non ha chiaramente l'obiettivo di preservare l'ecosistema. Scaricare miliardi di tonnellate di plastica e rifiuti chimici negli oceani ogni anno rappresenta un serio pericolo per gli ecosistemi marini e in ultima analisi l'intera catena alimentare, ma questo impallidisce rispetto ai piani attuali dei conglomerati multinazionali per iniziare lo strip-mining del fondo oceanico. La distruzione delle falde acquifere attraverso perforazioni orizzontali mette la nostra preziosa riserva idrica sotto una continua minaccia e può andare avanti perché il gas naturale è considerato un combustibile pulito. Le moderne pratiche agricole industriali, gli alimenti OGM e i fertilizzanti hanno un impatto devastante sulla biodiversità, ma sono parte integrante della gestione della catena di approvvigionamento nel "capitalismo verde". Potrei andare avanti all'infinito.

Ma mentre l'industria del cambiamento climatico è stata un vantaggio per alcuni interessi dell'élite, ha fallito il test finale: la trasformazione totale della società. Nonostante tutti gli scienziati esperti profetizzassero l'estinzione certo entro decenni, la minaccia incombente di un'apocalisse climatica non era ancora sufficiente per giustificare i cambiamenti che abbiamo visto negli ultimi mesi.
Avevano bisogno di qualcosa di più tangibile. Dovevano essere in grado di mostrare i cadaveri che si accumulavano. Almeno in TV. Inserisci covid-19. Questo è stato qualcosa di cui tutti ci siamo VERAMENTE spaventati.

E proprio così, i governi hanno agito in perfetta sincronia, su consiglio di "gruppi di esperti" e "scienziati di alto livello", per mettere un freno alle economie nazionali; economie senza più leve da tirare. Il 25% delle piccole imprese ha ora chiuso, la maggior parte per non riaprire mai più, mentre i giganti della vendita al dettaglio e della tecnologia hanno conquistato la propria quota di mercato registrando profitti record.

Negli ultimi otto mesi Jeff Bezos ha aumentato di 70 miliardi di dollari la sua ricchezza personale, mentre Elon Musk ha intascato ben 110 miliardi di dollari. Piccolo cambiamento rispetto a ciò che Bill Gates sta per ricavare da un vaccino che sarà probabilmente richiesto da tutti, ogni anno, per tutta la vita.

Questo è un colpo di stato aziendale. Non torneremo mai alla "normalità".

"Ricostruisci meglio", continuano a ripetere. Come se avessero intenzione di ricostruire i pilastri della democrazia liberale che hanno appena demolito. Privacy, libertà di parola, libertà di riunione pacifica ecc. No. Se rispetti le nuove regole potrebbero rilasciarti un "passaporto della libertà". Finché i tuoi scatti sono aggiornati e il tuo credito sociale è buono, potresti persino mantenere la tua pensione o il tuo pagamento di invalidità. Ma probabilmente non a casa tua.

Alcuni ne parlano. Ci sono vaghi mormorii dai campi conservatori e libertari che ci mettono in guardia su questo diabolico complotto delle élite per installare il socialismo mondiale. Perché, beh, perché tutto ciò che non gli piace è il socialismo, giusto?
Perché non hanno mai studiato la storia o le scienze politiche, in effetti la maggior parte di loro sembra non aver mai letto un libro. Ripetono solo quello che sentono dai loro esperti di destra preferiti. Ricordi quelle sei società di cui ti ho parlato prima?

No, il Great Reset non riguarda il socialismo. Magari fosse così. Gli oligarchi vogliono creare una classe eterna di rentier. Loro e la loro specie possederanno TUTTO mentre il resto di noi non possiede nulla. Questo è fondamentalmente diverso dal socialismo che mira all'eliminazione della proprietà privata e alla restaurazione dei beni comuni.

Nella nuova economia tutto sarà affittato. Nessuno ha bisogno di dormire tutto il tempo. Perché possedere un letto quando puoi affittarne o condividerne uno? Perché possedere un'auto o una bicicletta quando potrai fare un giro in un taxi a guida autonoma? Questa è l'idea.

Alcuni lo chiamano capitalismo degli stakeholder, ma anche questo è inesatto. Un termine più preciso sarebbe tecno-feudalesimo. La valuta Fiat è sopravvissuta alla sua utilità. I mercati dei capitali vengono sostituiti da mercati di impatto che scambieranno la miseria umana mentre i sensori biometrici tracceranno ogni nostra mossa. Ti sei mai chiesto perché lo chiamano World Wide Web? Se ormai non è ovvio perché hanno così tanta fretta di lanciare il 5G, basta leggere/guardare un qualsiasi romanzo di fantascienza distopica scritto negli ultimi cinquant'anni.

Questo è il mondo che stanno creando per noi in questo momento. Il vecchio è andato e non tornerà. In un modo o nell'altro stiamo andando avanti.

Ma dove?

 

Fonte: The Great Reset: The end of Capitalism as we know it

Il libro di Giavazzi da leggere per capire che cos'è il governo Draghi di Francesco Erspamer  Il libro di Giavazzi da leggere per capire che cos'è il governo Draghi

Il libro di Giavazzi da leggere per capire che cos'è il governo Draghi

Europei, Uiguri e i deliri di Washington   di Bruno Guigue Europei, Uiguri e i deliri di Washington

Europei, Uiguri e i deliri di Washington

Il governo Draghi nasce già vecchio e inutile di Giuseppe Masala Il governo Draghi nasce già vecchio e inutile

Il governo Draghi nasce già vecchio e inutile

Più sanità pubblica quando la rivendichiamo? di Antonio Di Siena Più sanità pubblica quando la rivendichiamo?

Più sanità pubblica quando la rivendichiamo?

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti