Sfida alle sanzioni USA. Nave mercantile russa attracca in un porto iraniano dopo 31 anni

Sfida alle sanzioni USA. Nave mercantile russa attracca in un porto iraniano dopo 31 anni

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Come resisterà la Russia agli embarghi e alle sanzioni dell’occidente? È una domanda e un auspicio che pongono e desiderano i governi e media occidentali soprattutto, ignorando, che la loro idea di comunità internazionale è estremamente riduttiva.

C’è un mondo altro che sta nascendo al di là delle sorti del conflitto in Ucraina che segnerà il declino dell’Occidente.

Quando si realizzerà, se presto o tardi non si può dire, ci sono, ogni giorno, tanti segnali.

Eccone uno. Un grande mercantile russo è attraccato in un porto iraniano per la prima volta in 31 anni. Tale evento rende l’idea di come sia Mosca che Teheran vogliano rafforzare i loro legami per fronteggiare le sanzioni e gli embarghi statunitensi.

La Kompozitor Gasanov , una nave mercantile ro-ro russa, è arrivata  nel porto iraniano di Noshahr (nord) lo scorso 2 maggio, secondo quanto riportato dall'agenzia di stampa locale Mehr News.

Secondo fonti locali, la nave ha scaricato 66 camion a Noshahr per il transito su strada attraverso l'Iran per poter essere inviato negli Emirati Arabi Uniti (EAU).

Kompozitor Gasanov, con 6.894 tonnellate e 125,9 metri, nave fra le più grandi della sua categoria, sta attualmente tornando al porto di Olya nella regione russa di Astrakhan, dove ha iniziato il suo viaggio nel Paese persiano poche settimane fa.

L'ultima volta che una nave russa del genere è arrivata nel porto di Noshahr è stato nel 1991, quando la Mercury sbarcò nel porto situato sulla costa centrale del Mar Caspio.

La Russia e l'Iran hanno ampliato i loro legami commerciali negli ultimi anni nel tentativo di compensare l'impatto economico delle sanzioni imposte loro dal governo degli Stati Uniti.

Secondo gli esperti, la Russia sta cercando una nuova cooperazione con l’Iran per combattere le nuove sanzioni occidentali imposte nei suoi confronti, a causa dell'operazione militare che sta portando avanti in territorio ucraino dal 24 febbraio.

L’attracco di questa nave è importante in quanto il transito delle merci attraverso l'Iran sia la chiave degli sforzi della Russia per mantenere i legami commerciali con i partner nel Golfo Persico e in Asia ora che le normali rotte commerciali sono bloccate dagli embarghi.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale di Giorgio Cremaschi La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La vera storia del "default russo" spiegata bene di Marinella Mondaini La vera storia del "default russo" spiegata bene

La vera storia del "default russo" spiegata bene

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

L'inflazione come strumento della lotta di classe di Gilberto Trombetta L'inflazione come strumento della lotta di classe

L'inflazione come strumento della lotta di classe

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti