WuDao 2.0, l'intelligenza artificiale cinese più potente di OpenAI e Google

WuDao 2.0, l'intelligenza artificiale cinese più potente di OpenAI e Google

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Gli esperti dell'Accademia di Intelligenza Artificiale di Pechino (Cina) questa settimana hanno presentato il modello di elaborazione del linguaggio naturale più sofisticato al mondo, che utilizza 1,75 trilioni di parametri per simulare discorsi, scrivere poesie, comprendere immagini e persino generare ricette, riporta  il South China Morning Post.

WuDao 2.0,  che in cinese significa "comprensione delle leggi naturali", è un modello di intelligenza artificiale precedentemente addestrato che è stato sviluppato con l'aiuto di oltre 100 scienziati. È più potente dei modelli dei suoi principali concorrenti : il GPT-3 della società OpenAI (co-fondata da Elon Musk), che è stato lanciato con 175.000 milioni di parametri, e Switch Transformer di Google, che utilizza 1,6 trilioni di parametri. . 

Il modello sviluppa le  competenze acquisite sia in cinese che in inglese , in quanto ha 'studiato'  4,9 terabyte di immagini e testi , di cui 1,2 terabyte di testi in quelle due lingue. WuDao 2.0 ha già 22 partner, come il produttore di smartphone Xiaomi o il gigante dei video brevi Kuaishou. 

"Il percorso verso l'intelligenza artificiale generale è costituito da modelli di grandi dimensioni e computer di grandi dimensioni", ha affermato il presidente dell'Accademia di intelligenza artificiale di Pechino, Zhang Hongjiang, dal portale Engadget. 

"Quello che stiamo costruendo è una centrale elettrica per il futuro dell'intelligenza artificiale, con mega dati, mega potenza di calcolo e mega modelli; possiamo trasformare i dati per alimentare le applicazioni di intelligenza artificiale del futuro", ha aggiunto Hongjiang. 

La presentazione di WuDao 2.0, la cui prima versione è stata rilasciata lo scorso marzo, arriva mentre Cina e Stati Uniti sono in corsa per diventare il leader mondiale nell'intelligenza artificiale e in altre tecnologie avanzate.

In precedenza, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha chiesto al Congresso di sostenere un aumento di 13,5 miliardi di dollari della spesa federale totale per ricerca e sviluppo.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina   di Bruno Guigue I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass di Thomas Fazi Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio? di Giuseppe Masala Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Una manna dal cielo per il millantatore Draghi di Pasquale Cicalese Una manna dal cielo per il millantatore Draghi

Una manna dal cielo per il millantatore Draghi

Non si inginocchia nessuno contro il "democratico" Biden? di Antonio Di Siena Non si inginocchia nessuno contro il "democratico" Biden?

Non si inginocchia nessuno contro il "democratico" Biden?

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia di Gilberto Trombetta Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti