Xi Jinping - "Perseguire il bene comune per tutti e raggiungere la pace universale"

Xi Jinping - "Perseguire il bene comune per tutti e raggiungere la pace universale"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Pubblichiamo un articolo del presidente cinese Xi Jinping comparso sulla rivista teorica Qiushi, nel quale si nota come la tendenza migliore all'interno della plurimillenaria continuità della creativa cultura cinese consista nel "perseguire il bene comune per tutti e raggiungere la pace universale", guardando al "popolo come alla fondazione dello stato” e " principi in armonia" con gli ideali e le convinzioni del comunismo e del socialismo ( Xi Jinping).

-----

ACQUISTA "SCAFFALE ORIENTALE": TRE LIBRI ESSENZIALI PER COMPRENDERE LA CINA DI OGGI E DOMANI AD UN PREZZO SPECIALE


------

Buona lettura da parte di Daniele Burgio, Massimo Leoni e Roberto Sidoli

 

Intervento al Convegno sul patrimonio e lo sviluppo culturale

 

XI JINPING*

 

Oggi abbiamo convocato un incontro sul patrimonio culturale e sullo sviluppo. Prima di questo evento, ho visitato gli Archivi nazionali cinesi delle pubblicazioni e della cultura, di recente costruzione, e il Museo archeologico cinese presso l’Accademia cinese di storia e li ho trovati eccezionalmente interessanti.

Istituire sia l’Accademia cinese di storia che gli Archivi nazionali cinesi delle pubblicazioni e della cultura è stata una decisione di grande significato presa dal Comitato Centrale del PCC. La nazione cinese vanta un’eredità che abbraccia milioni di anni di umanità, dieci millenni di cultura e cinquemila anni di civiltà. La mia visita a questi due luoghi ha contribuito ad approfondire il mio apprezzamento per l'antica cultura cinese e la profonda profondità della civiltà cinese. Solo attraverso una comprensione globale e profonda della storia della civiltà cinese possiamo promuovere in modo più efficace la trasformazione creativa e lo sviluppo del meglio della cultura tradizionale cinese, spingere avanti con vigore il progresso della cultura socialista con caratteristiche cinesi e coltivare una moderna civiltà cinese. 

La cultura è fondamentale per la fondazione e il futuro di una nazione. Recentemente ho riflettuto costantemente sulla questione fondamentale della promozione della cultura socialista cinese e dello sviluppo di una moderna civiltà cinese. È proprio questo il motivo che ci ha portato a convocare oggi questo incontro. Qui vorrei affrontare tre punti chiave.

 

  1. Sviluppare una profonda comprensione delle caratteristiche distintive della civiltà cinese

 

La cultura tradizionale cinese comprende una moltitudine di concetti significativi, inclusi gli ideali sociali di perseguire il bene comune per tutti e raggiungere la pace universale; principi di governance che considerano il popolo come fondamento dello Stato e governano in virtù; tradizioni di lotta per una grande unità nel Paese e di garanzia dell’unità nella diversità; valori di dedicarsi all'auto-coltivazione, alla gestione familiare, al governo dello stato e alla pace per tutti e assumersi i propri doveri per garantire il futuro della nazione; aspirazioni ad abbracciare il mondo con virtù e coltivare l'integrità; principi economici volti ad arricchire le persone, a migliorare la loro vita e a perseguire il bene più grande e gli interessi condivisi; idee ecologiche volte a promuovere l'armonia tra l'umanità e la natura e la coesistenza di tutti gli esseri viventi; pensieri filosofici di ricerca della verità dai fatti e di combinazione della conoscenza con l'azione; la mentalità di comprendere molteplici prospettive e cercare l'armonia attraverso la via di mezzo; e approcci comunicativi volti ad agire in buona fede e ad essere amichevoli con gli altri. Questi concetti collettivamente modellano le caratteristiche distintive della civiltà cinese.

 

La civiltà cinese si distingue per la sua continuità

 

La civiltà cinese è l’unica grande civiltà ininterrotta che continua ancora oggi in forma statale. Ciò afferma inequivocabilmente l’identità culturale e la robusta vitalità della civiltà cinese poiché ha risposto alle sfide e aperto nuovi orizzonti attraverso l’autosviluppo. I sentimenti radicati del popolo cinese per la madrepatria e il profondo senso della storia costituiscono un ideale per sostenere una grande unità e fornire sostegno spirituale per guidare la nazione cinese attraverso innumerevoli difficoltà nel percorso verso il ringiovanimento nazionale. Questa continuità impone intrinsecamente che la nazione cinese segua la propria strada. Se non fosse attraverso il prisma della sua lunga storia di continuità, non si sarebbe in grado di comprendere la Cina antica, la Cina contemporanea, per non parlare della Cina del futuro.

La civiltà cinese si distingue per la sua creatività

 

La civiltà cinese pone l’accento sull’abbandono di ciò che è obsoleto a favore del nuovo e sul progresso quotidiano. Incarna sia la profondità profonda che gli slanci dinamici in avanti. Continuità non significa essere stagnanti o inflessibili; al contrario, rappresenta una storia segnata da un progresso guidato dalla creatività. La nazione cinese abbraccia l’etica dell’auto-rinnovamento, come dice un antico detto “migliora te stesso in un giorno, fallo di giorno in giorno, e ci sarà un miglioramento quotidiano”. Questo spirito spinge il costante progresso materiale, etico-culturale e politico della nazione cinese, permettendole di ergersi a testa alta e salda come una delle civiltà più prospere e potenti nel corso di un lungo periodo storico. La creatività della civiltà cinese fa sì che essa sostenga la tradizione senza aggrapparsi al passato e rispetti l’antica saggezza senza ritornare al pensiero arcaico. Determina inoltre che la nazione cinese è coraggiosa nell’affrontare nuove sfide e nell’abbracciare cose nuove.

 

La civiltà cinese si distingue per la sua unità

 

La tradizione di lunga data di grande unità è alla base del suo impegno a sostenere l’unità nella diversità e a mantenere la solidarietà attraverso la centralità. La coesione interna volta a mantenere l'unità è sia un prerequisito che una conseguenza della continuità della civiltà cinese. Attraverso amare esperienze, il popolo cinese ha imparato che l’unità e la solidarietà portano prosperità, mentre la frammentazione nazionale e i disordini generano avversità. L’unità della civiltà cinese ha visto le sue varie culture etniche unirsi per creare un insieme coeso e rimanere strettamente unite anche di fronte a gravi battute d’arresto. Si forma una convinzione comune secondo cui l’integrità territoriale della Cina deve essere sempre preservata, non si deve mai permettere che il paese precipiti nel tumulto, la nostra nazione deve sempre rimanere unita e la nostra civiltà non deve mai essere interrotta. Sottolinea fermamente l’idea che l’unità nazionale rimane sempre al centro degli interessi nazionali e che una nazione solida e unificata è essenziale per il futuro di tutto il nostro popolo.

 

La civiltà cinese si distingue per la sua inclusività

 

Piuttosto che sostituire le diverse culture con un’unica monocultura, la civiltà cinese tenta di integrare varie culture in un arazzo condiviso, risolvendo i conflitti e forgiando consenso. Trascendendo le disparità regionali, i legami di parentela e le credenze religiose, il senso di identificazione con la cultura cinese ha trasformato con successo una nazione vasta e diversificata in una nazione che ama l’unità nella diversità. Più una civiltà diventa inclusiva, maggiore sarà il favore e il sostegno che otterrà, e più a lungo durerà. L’inclusività della civiltà cinese determina la direzione della nazione cinese verso la comunicazione, lo scambio e l’integrazione, nonché la coesistenza armoniosa di diverse credenze religiose nel paese. Definisce anche l’apertura mentale della cultura cinese nell’abbracciare e attingere ad altre culture.

 

La civiltà cinese si distingue per la sua tranquillità

 

Nel corso di cinquemila anni, la civiltà cinese ha sempre sostenuto la pace, l’amicizia e l’armonia. Sostiene l’applicazione dei principi morali per creare un mondo in cui il bene comune e gli interessi individuali coesistono armoniosamente e dà la priorità agli altri nelle relazioni sé-altro. Si oppone all’isolamento e a favore dell’interazione, sostiene la coesistenza e il progresso condiviso mentre si oppone alla coercizione, sostiene la pace attraverso l’armonia e rifiuta la legge della giungla. La pace intrinseca della civiltà cinese determina che la Cina lavorerà sempre per salvaguardare la pace nel mondo, contribuire allo sviluppo globale e sostenere l’ordine internazionale. La Cina resta impegnata a promuovere gli scambi e l’apprendimento reciproco tra diverse civiltà senza mai cercare l’egemonia culturale. La Cina non imporrà i suoi valori e le sue istituzioni politiche agli altri. È impegnato nella cooperazione piuttosto che nello scontro e non formerà mai blocchi su base partigiana.

 

  1. Comprendere l'importanza di integrare i principi fondamentali del marxismo con le realtà specifiche della Cina e il meglio della sua cultura tradizionale

 

Date le profonde fondamenta della nostra venerabile civiltà vecchia di 5.000 anni, l’unica via per aprire la strada e sviluppare il socialismo cinese è integrare i principi fondamentali del marxismo con le realtà specifiche della Cina e il meglio della sua cultura tradizionale (“due integrazioni”). Questa conclusione sistematica è il risultato delle nostre approfondite esplorazioni del socialismo cinese. Abbiamo sempre sottolineato l'importanza dell'integrazione dei principi fondamentali del marxismo con le realtà specifiche della Cina e ora abbiamo ufficialmente portato avanti l'integrazione dei principi fondamentali del marxismo con la raffinata cultura tradizionale cinese. Come ho affermato una volta, senza la civiltà cinese vecchia di 5.000 anni, da dove verrebbero le caratteristiche cinesi? Se non fosse stato per queste caratteristiche, come avremmo potuto tracciare il percorso trionfante del socialismo cinese? Solo nel contesto di oltre 5.000 anni di civiltà cinese possiamo comprendere veramente la necessità storica, il significato culturale e i vantaggi unici del percorso cinese.

 

L’esperienza storica, sia positiva che negativa, dimostra che il concetto delle “due integrazioni” è la garanzia più forte per il nostro successo.

 

In primo luogo, la compatibilità reciproca è il prerequisito fondamentale

 

Le “due integrazioni” non sono una proposta inverosimile. Nonostante le loro origini distinte, il marxismo e la cultura tradizionale cinese mostrano una notevole congruenza. Ad esempio, i principi sociali di perseguire il bene comune per tutti, agire in buona fede ed essere amichevoli verso gli altri risuonano armoniosamente con gli ideali e le convinzioni del comunismo e del socialismo; i concetti di governo di considerare il popolo come fondamento dello Stato e di governare per virtù si allineano perfettamente con il principio politico di mettere il popolo al primo posto; e la pratica di scartare ciò che è obsoleto a favore del nuovo e di perseguire incessantemente l'auto-miglioramento corrisponde fedelmente allo spirito rivoluzionario dei comunisti. Il marxismo vede l’essenza dell’uomo dal punto di vista delle relazioni sociali, mentre nella cultura cinese le persone sono definite dalle relazioni con la famiglia, il paese e il mondo. Entrambi rifiutano l’idea di vedere gli esseri umani come entità isolate. La vera integrazione può essere raggiunta solo attraverso la compatibilità reciproca. È in questo senso che affermiamo che il Partito Comunista Cinese è un convinto sostenitore e praticante del marxismo, mentre lavora anche per mantenere viva e forte la cultura tradizionale cinese.

 

In secondo luogo, l’integrazione rappresenta un processo reciprocamente vantaggioso

 

L'integrazione va oltre la semplice giustapposizione; crea invece una nuova entità culturale organicamente unificata. Da un lato, il marxismo è entrato in Cina con le sue teorie avanzate, dando nuova vita alla civiltà cinese con la sua veridicità. Ha inaugurato la Cina nell’era moderna, rivitalizzando e modernizzando la cultura cinese. Concetti tradizionali come considerare il popolo come fondamento dello stato, tutte le regioni che condividono costumi e pratiche comuni, tutte le cose che vivono fianco a fianco e che arricchiscono le persone si sono trasformati in idee moderne di perseguimento della democrazia, forgiando un forte senso di comunità per il popolo. Nazione cinese, mantenendo l’armonia tra l’umanità e la natura e lottando per la prosperità comune. Questa trasformazione rivoluzionaria ha presentato una forma moderna di civiltà cinese. D’altro canto, la raffinata cultura tradizionale cinese ha arricchito il marxismo e facilitato le sue scoperte nell’adattarsi al contesto cinese e alle esigenze dei tempi su base continuativa, dotando il marxismo di caratteristiche e stile cinesi sempre più distintivi e facendolo incarnare il meglio della cultura cinese. cultura ed etica di quest’epoca. L'integrazione dei principi fondamentali del marxismo con la cultura tradizionale cinese consente al marxismo di mettere radici in Cina, modernizza la cultura tradizionale cinese e facilita l'emergere di una nuova cultura che funge da incarnazione culturale della modernizzazione cinese.

 

In terzo luogo, l’integrazione ha rafforzato le basi del nostro percorso

 

Cosa distingue il nostro socialismo? Cosa gli permette di prosperare con tanta vitalità? Le risposte risiedono nelle sue distinte caratteristiche cinesi, e l’essenza di queste caratteristiche è racchiusa nel concetto delle “due integrazioni”. Il percorso del socialismo cinese è fondamentalmente socialista, fondato sul marxismo. Gli elementi socialisti essenziali nella cultura cinese forniscono una base intellettuale per l’abbraccio del marxismo in Cina. Il percorso del socialismo cinese si allarga continuamente e la nostra determinazione a rimanere su questo percorso è incrollabile. Nella nuova era, una ragione significativa per i risultati storici e i progressi trasformativi compiuti dal nostro Partito e dal nostro Paese è la nostra adesione alle “due integrazioni”. Il percorso del socialismo cinese è stato tracciato sotto la guida del marxismo, basandosi sui 5.000 anni di civiltà della Cina. L'integrazione dei principi fondamentali del marxismo con il meglio della cultura tradizionale cinese ha dotato il percorso del socialismo cinese di maggiore profondità storica e ha ampliato le sue basi culturali. La modernizzazione cinese rappresenta un’ampia strada che porta a un paese forte e al ringiovanimento nazionale. Proprio come la modernizzazione cinese infonde alla civiltà cinese una vitalità moderna, il ricco patrimonio della civiltà cinese rafforza la modernizzazione cinese. La modernizzazione cinese cerca di costruire sull’antica civiltà cinese, piuttosto che cancellarla; si è sviluppato in Cina e non è stato importato da nessun altro paese; ed è derivato dal ringiovanimento, non dallo sconvolgimento, della civiltà cinese. La modernizzazione cinese è una nuova missione per la nazione cinese e consentirà alla civiltà cinese di risplendere di rinnovato splendore.

 

In quarto luogo, l’integrazione ha aperto nuovi spazi per l’innovazione

 

L’integrazione stessa rappresenta una forma di innovazione, ma apre anche la strada a importanti scoperte teoriche e pratiche. L'integrazione dei principi fondamentali del marxismo con il meglio della cultura tradizionale cinese ci ha permesso di mantenere sia l'iniziativa teorica che culturale, e di esercitare una forte influenza sul percorso, sulla teoria e sul sistema del socialismo cinese. Da questa prospettiva, possiamo osservare che i sistemi dei congressi popolari e della consultazione politica istituiti dal nostro Partito riflettono il concetto cinese del popolo come fondamento dello Stato, l’idea della partecipazione universale al governo, la tradizione del governo collaborativo e consultivo, e la saggezza politica di essere inclusivi e di cercare un terreno comune mettendo da parte le differenze. L'implementazione da parte della Cina di un sistema di autonomia etnica regionale all'interno di uno stato unitario, piuttosto che di un sistema federale, si adatta alla tendenza di sviluppo di fondo della nazione cinese verso la coesione interna e l'unità nella diversità. Porta avanti anche la tradizione cinese di lottare per una grande unità nel paese per vedere tutte le regioni condividere costumi e pratiche comuni in una ricca diversità e tutte le persone che si uniscono come un’unica famiglia. L'integrazione dei principi fondamentali del marxismo con il meglio della cultura tradizionale cinese è un'altra manifestazione del nostro impegno a liberare la mente. Ci consente di sfruttare appieno le preziose risorse della cultura tradizionale cinese per esplorare innovazioni teoriche e istituzionali orientate al futuro all’interno di un quadro culturale più ampio.

 

In quinto luogo, l’integrazione ha rafforzato la nostra identità culturale

 

L’identità culturale è essenziale per la preservazione e il rafforzamento continui della cultura di una nazione, per unire e ispirare le persone e per promuovere la creatività e l’influenza. Il PCC ha costantemente sottolineato l’importanza dello sviluppo culturale. Nella nuova era, abbiamo enfatizzato la fiducia nella nostra cultura insieme alla fiducia nel nostro percorso, teoria e sistema. La nostra fiducia culturale è radicata nella nostra identità culturale, stabilita dal popolo cinese sotto la guida del PCC in terra cinese. È fondato sulla trasformazione creativa e sullo sviluppo innovativo della cultura tradizionale, nonché sull’eredità della cultura rivoluzionaria e sullo sviluppo della cultura socialista avanzata. Nel creare questa identità, abbiamo tratto ispirazione dalle straordinarie conquiste della civiltà umana e integrato i principi fondamentali del marxismo con le realtà specifiche della Cina e il meglio della sua cultura tradizionale. La formulazione del Pensiero sul socialismo con caratteristiche cinesi per una nuova era incarna la nostra identità culturale. Questa identità ci ha dato un fermo senso culturale di sé e ha fornito un supporto fondamentale alla nostra fiducia culturale. Con questa identità culturale, il PCC acquisisce una forza culturale significativa per orientare le tendenze dei nostri tempi; la nazione e il popolo cinese hanno un solido fondamento culturale per l’identità nazionale; e la cultura cinese è dotata di caratteristiche distintive che facilitano gli scambi e l’apprendimento reciproco con il resto del mondo.

 

III. Meglio affrontare nuove missioni culturali

 

Dal 18° Congresso Nazionale del PCC nel 2012, il Comitato Centrale ha attribuito fondamentale importanza al progresso culturale nel guidare il nostro Partito e il popolo nel far avanzare la governance della nazione. Attraverso una dedizione incrollabile nel corso di questi anni, abbiamo assistito alla preservazione e allo sviluppo culturale adottando una nuova prospettiva e forgiando nuove frontiere. Sono stati fatti passi da gigante nello sviluppo di una forte cultura socialista.

 

Abbiamo continuamente approfondito la nostra comprensione delle leggi che governano lo sviluppo culturale attraverso l'esperienza pratica, proponendo una serie di nuove visioni, nuove idee e nuovi concetti. Queste idee cruciali riassumono teoricamente le pratiche del nostro Partito nel guidare lo sviluppo culturale nella nuova era, fornendo principi fondamentali per migliorare la nostra comunicazione pubblica e promuovere il progresso culturale. È imperativo sostenere, implementare e coltivare ulteriormente queste idee a lungo termine.

 

Giunti a un nuovo punto di partenza, dobbiamo persistere nel coltivare una cultura socialista forte e fiorente, nonché una moderna civiltà cinese. Questi rappresentano le nostre nuove missioni culturali nella nuova era. Qui vorrei affrontare tre punti.

 

  1. Dobbiamo mantenere una salda fiducia nella nostra cultura

 

Solo la fiducia in se stessi porta al miglioramento di sé. Solo con la fiducia culturale una nazione può restare salda ed alta e attraversare grandi distanze. La civiltà cinese ha una storia ininterrotta che abbraccia migliaia di anni e una vitalità duratura nonostante numerose difficoltà. Questo è un miracolo della civiltà umana ed è anche la fonte della nostra fiducia. Una fiducia culturale incrollabile richiede di tracciare il nostro percorso. Per rafforzare la fiducia culturale, dobbiamo dare priorità agli sforzi volti a distillare intuizioni dalla nostra esperienza e trasformare queste intuizioni in distinte teorie cinesi, fondate sulle nostre grandi pratiche storiche e contemporanee. Non dobbiamo né seguire ciecamente i dogmi né adottare indiscriminatamente teorie straniere. Dovremmo piuttosto lottare per l’indipendenza intellettuale. Dovremmo rendere la fiducia culturale parte dell’etica e dei caratteri culturali cinesi caratterizzati da buon umore, razionalità e tranquillità.

 

  1. Dobbiamo sostenere l’apertura e l’inclusione

 

Questi principi non sono solo una fonte di vitalità, ma anche un indicatore eccezionale di fiducia culturale. Sin dai tempi antichi, la vasta e profonda civiltà cinese ha beneficiato dell’apertura e dell’inclusività della cultura cinese. Questo atteggiamento richiede che impariamo in modo proattivo da tutte le conquiste della civiltà umana. La civiltà cinese non può sviluppare grande coesione e attrattiva a livello nazionale, né espandere la propria accessibilità e influenza all’estero, senza integrarsi con il progresso umano in altri paesi, sia nel passato che nel presente. Grazie ai nostri continui sforzi, siamo più posizionati che mai per affrontare adeguatamente le relazioni tra Cina e Occidente, nonché l’interazione tra civiltà antiche e moderne. Siamo più desiderosi che mai di creare risultati culturali che colleghino passato e presente e colleghino la Cina con l’Occidente. Dobbiamo adattare il marxismo al contesto cinese e alle esigenze dei tempi, mantenere vivo e forte il meglio della cultura tradizionale cinese, facilitare la localizzazione delle culture straniere e persistere nel coltivare una cultura socialista con caratteristiche cinesi nella nuova era.

 

  1. Dobbiamo sostenere i principi fondamentali e aprire nuove strade

 

Nel settore culturale non perderemo la nostra strada né il nostro orientamento politico finché ci atterremo a questi principi fondamentali. Possiamo tenere il passo e anticipare i tempi solo se abbracciamo costantemente la creatività. Ciò che dobbiamo sostenere è il sistema fondamentale per garantire il ruolo guida del marxismo nel campo ideologico, il requisito fondamentale di integrare i principi fondamentali del marxismo con le realtà specifiche della Cina e il meglio della sua cultura tradizionale, la leadership del nostro Partito sullo sviluppo culturale, e l'identità culturale della nostra nazione. Dobbiamo sviluppare nuove idee, nuovi discorsi, nuovi meccanismi e nuove forme. Sotto la guida del marxismo, dobbiamo integrare abilmente il passato con il presente, attingere a esperienze straniere di successo, fare scelte informate attraverso il ragionamento dialettico e sviluppare il nuovo dal vecchio, ottenendo così una fusione perfetta delle culture tradizionali e contemporanee. Gli operatori culturali della nuova era devono essere sufficientemente onesti e intraprendenti per sostenere i principi fondamentali e aprire nuove strade, portare avanti le nostre tradizioni culturali e scrivere uno splendido capitolo per la Cina contemporanea.

 

Compagni, la migliore eredità della storia è la creazione della storia e il più grande tributo alla civiltà umana è la creazione di una nuova forma di progresso umano. Spero che tutti noi assumeremo la nostra missione e compiremo sforzi entusiasti e concertati per creare una nuova cultura dei nostri tempi e sviluppare una moderna civiltà cinese.

 

(Apparso originariamente sul Qiushi Journal, edizione cinese, n. 17, 2023)

 

Il macronismo apre le porte all'estrema destra di Paolo Desogus Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Il macronismo apre le porte all'estrema destra

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

 COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA di Leonardo Sinigaglia  COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti