/ Poroshenko respinge il "piano di pace" di Putin

Poroshenko respinge il "piano di pace" di Putin

 

L'Ucraina sembra essere scivolata in una guerra su vasta scala, con i media occidentali che colpevolmente rimangono in silenzio

Le truppe ucraine hanno lanciato un massiccio attacco sulle aree controllate dai separatisti filosrussi, scrive RT.

Il presidente della autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk, Aleksandr Zakharchenko, ha dichiarato che Kiev cerca nuovamente di riavviare la guerra e avrebbe approfittato della tregua per ricompattare l'Esercito e procurarsi nuove armi.

Il ministero degli Esteri della Repubblica Popolare di Donetsk ha invece  rivolto un appello alla comunità internazionale affinchè intensifichi gli sforzi per "fermare gli omicidi di massa nel cuore dell'Europa". 

Kiev ha lanciato la sua rappresaglia dopo che il presidente Poroshenko ha ordinato una nuova ondata di mobilitazione nelle Forze Armate del paese. Il governo prevede di tenere almeno tre campagne di reclutamento nel 2015 per sostenere le operazioni militari nella parte orientale. 
 

L'escalation di violenze avviene anche sulla scia della decisione del presidente ucraino Petro Poroshenko di respingere un piano di pace proposto a lui la scorsa settimana dal suo omologo russo Vladimir Putin.

Come riporta Reuters

Il portavoce di Putin, Dmitry Peskov, ha dichiarato, secondo i media russi, che il piano, contenuto in una lettera inviata da Putin giovedi sera, proponeva un cessate il fuoco alle forze governative e ai miliziani separatisti nel sud-est dell'Ucraina, così come il ritiro dell'artiglieria pesante.
 

"Nei giorni scorsi, la Russia ha sempre intrapreso sforzi come intermediario nella regolazione del conflitto ", ha detto Peskov in alcuni commenti citati dall'agenzia di stampa ITAR TASS.
 
"In particolare, nella notte di Giovedi una lettera è stata inviato dal presidente della Russia al presidente dell'Ucraina, in cui è stato proposto un piano concreto per entrambe le parti in conflitto avente come oggetto la rimozione dell'artiglieria pesante".
 
Una copia della lettera è stata pubblicata dal canale televisivo russo NTV.
Nella lettera, Putin ha proposto "misure urgenti per la cessazione dei bombardamenti, e anche il rapido ritiro dalle parti in conflitto di mezzi di distruzione di calibro superiore a 100 mm". 


Intanto, come riporta The Burning Platform, l'Ucraina sembra essere scivolata in una guerra su vasta scala, con tutti i media occidentali tradizionali che colpevolmente rimangono in silenzio ... 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa