al Baghdadi: le incongruenze che nessuno vi racconta

al Baghdadi: le incongruenze che nessuno vi racconta

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Abu Bakr al Baghdadi, il leader dell’ISIS, dopo essersi rifugiato in lacrime in un tunnel senza uscita, si è fatto saltare in aria con i suoi tre figli; morte anche le sue due mogli, bardate anch’esse con giubbotti esplosivi, rimasti comunque inesplosi. Lo afferma in una conferenza stampa Donald Trump, che avrebbe seguito in diretta l’operazione militare dalla Situation Room della Casa Bianca. Lo riportano in evidenza tutti i media mainstream (a cominciare da Repubblica e CorriereIl Fatto Quotidiano) che, ovviamente, non si pongono ovvie domande.


Ad esempio: Perché mai uno che scappa dagli americani si porta dietro due mogli e tre bambini? Come facevano gli americani (dall’alto degli elicotteri o rincorrendolo in un tunnel) a notare le lacrime di al Baghdadi? Perché non sarebbero esplosi ben due giubbotti esplosivi pur investiti dallo scoppio di quello indossato da al Baghdadi? Con che cosa sarebbe stato confrontato “il suo DNA prontamente prelevato dai resti”? Quali “dati biometrici” si potevano ricavare dai resti di una esplosione avvenuta in tunnel? Ma si tratta di al Baghdadi o è il replay della messinscena organizzata per la morte di Bin Laden? E perché non si è tentato di catturare vivo al Baghdadi? Forse perché il suo interrogatorio avrebbe potuto rivelare chi erano i suoi burattinai?


Un’ultima domanda: perché al Baghdadi, già allora accusato di innumerevoli omicidi, fu scarcerato, nel 2004, dal centro detenzione statunitense di Camp Bucca, in Iraq? Forse perché gli USA avevano bisogno di una nuova organizzazione terroristica per giustificare i loro futuri interventi militari? Per carità! Rischieremo l’accusa di “complottismo” e relativa estromissione da Internet. Ci inchiniamo, quindi, alla spiegazione data da Gianni Riotta, già membro del “Gruppo alto livello per la lotta alle fake news” messo su dall’Unione Europea: “(…) il suo rilascio (…) schiude voci di complotto: si tratta invece dei soliti errori della burocrazia”.


Intanto, il comunicato del Ministero della Difesa russo gela gli entusiasmi dei media mainstream. E se davvero al Baghdadi non è morto, dovremmo rassegnarci alla sua quarta resurrezione.


Francesco Santoianni - Pecorarossa

Potrebbe anche interessarti

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Il Rubicone della NATO di Giuseppe Masala Il Rubicone della NATO

Il Rubicone della NATO

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti