Anno 2003. Colin Powell, le minacce e le origini della guerra alla Siria

Anno 2003. Colin Powell, le minacce e le origini della guerra alla Siria

Foto Incontro Powell Assad del 2001. CBS

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

 

All'età di 84 anni è morto l'ex Segretario di Stato Usa Colin Powell, uno degli artefici delle menzogne sulle armi chimiche possedute dall'Iraq e della susseguente ed ennesima guerra di aggressione degli USA contro l'Iraq per rovesciare Saddam Hussein. Cosa provocò quella guerra è ancora sotto gli occhi di tutti.

Prima della guerra ordita da George W.Bush, fra i pochi paesi contrari alla guerra, c'era la Siria del Presidente Bashar al Assad. L'aver invaso l'Iraq in poche settimane illudeva Washington di essere ormai il padrone indiscusso del Medio Oriente, quindi, su ordine del Congresso Powell andò a Damasco per incontrare Assad e lo fece in tono sprezzante e minaccioso che non ammetteva repliche. Assad doveva obbedire, non c'era scelta, per salvarsi gli fu ordinato di cacciare via i gruppi di Resistenza palestinesi, non dare ospitalità agli scienziati iracheni scappati dalla guerra (tanti furono uccisi in diversi agguati) ed abbandonare l'asse con Hezbollah e Iran.

Facile immaginare quale fu la risposta di Assad e, soprattutto le conseguenze patite 8 anni dopo con l'inizio della guerra per procura contro la Siria.

Queste rivelazioni furono fatte da Assad al direttore di Al Mayadeen Ghassan bin Jiddo durante un'intervista nel 2013.

 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra