Argentina: la Leader indigena Milagro Sala denuncia torture e molestie gravi in prigione

Argentina: la Leader indigena Milagro Sala denuncia torture e molestie gravi in prigione

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La parlamentare e leader indigena Milagro Sala, in carcere da oltre un anno in Argentina nonostante i tanti appelli nazionali ed internazionali per il suo rilascio, ha denunciato domenica di aver subito torture e di essere stata soggetta a minacce di morte nella prigione di Jujuy, dove è illegalmente detenuta. 



Sala e le altre donne detenute denunciano abusi da parte dell'Alto Comedero e sottolineano il rapporto di una commissione delle Nazioni Unite che ha condannato la situazione dei diritti umani nel paese. Le denunce, che includono anche "tortura", "celle di isolamento" e "molestie costanti" verranno presentate alla Commissione inter-americana giovedì. Lo riporta il quotidiano argentino Pagina 12. 

Direttamente implicato nella detenzione di Milagro Sala, il vice direttore del carcere Patricia Balcarce è stata rimossa prima della visita delle Nazioni Unite.  "Quando sono andata nel suo ufficio mi ha detto che non avrei parlato per conto di nessuno, che ero arrivata da sola e me ne sarei andata da sola", ha detto Sala a pagina 12. Quando Sala ha risposto che era venuta come portavoce di tutte le detenute, Balcarce Presumibilmente "ha colpito il tavolo, si è alzata, mi ha schiaffeggiato, ha preso il mio collare e mi ha avvertito che sarebbe stato meglio non dire niente di quello che era successo in quell'ufficio".

Sala ha aggiunto che Balcarce rispondeva ad ordini diretti del Ministro per la sicurezza Ekel Meyer, con cui si confrontava ogni giorno. Due mesi fa, Milagro Sala - che è anche Parlamentare al Parlasur, il parlamento del blocco regionale del Mercosur - ha avuto una crisi di nervi e ha tentato il suicidio dopo aver ricevuto una serie di nuove accuse dopo un anno di detenzione preventiva. 

Altre tre detenute denunciano molestie fisiche, bruciature e la rottura di un braccio in particolare. 

Domenica, la Commissione Onu contro le torture ha rilasciato un rapporto molto negativo sulla situazione dei diritti umani in Argentina, denunciando in particolare gli arresti arbitrari da parte delle autorità. Citando i casi di Ezequiel Villanueva e Ivan Navarro, di 15 e 18 anni, il rapporto menziona anche il problema dei tentati omicidi e le sparizioni forzate.  Lo scorso anno, le Nazioni Unite hanno chiesto l'immediato rilascio di Milagro Sala, giudicando "arbitrario" il suo arresto. 

 

Ucraina, Draghi come Badoglio di Giorgio Cremaschi Ucraina, Draghi come Badoglio

Ucraina, Draghi come Badoglio

Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano" di Francesco Santoianni Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano"

Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa di Alberto Fazolo Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa

Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa

"Io me li ricordo i bulloni degli operai incazzati in piazza" di Pasquale Cicalese "Io me li ricordo i bulloni degli operai incazzati in piazza"

"Io me li ricordo i bulloni degli operai incazzati in piazza"

DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO di Gilberto Trombetta DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO

DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti