/ Arriva ad Ankara il primo lotto del sistema antiaereo S-400 che l...

Arriva ad Ankara il primo lotto del sistema antiaereo S-400 che la Turchia ha acquistato dalla Russia. Tensione nella NATO

 
 

Il ministero della Difesa della Turchia ha annunciato oggi che il primo lotto di componenti è stato consegnato alla base aerea di Murted vicino ad Ankara nell'ambito dell'accordo S-400.

 

Il ministro della Difesa turco Hulusi Akar, ha informato che le attività di consegna sono andate a buon fine.

 

"Secondo il piano, il terzo aereo [russo] è atterrato, le attività programmate per oggi sono finite e il processo continuerà nei prossimi giorni", dice l'agenzia Anadolu.

 

Il ministro ha osservato che "parallelamente alle forniture dell'S-400, i lavori per formare il personale per installare e far funzionare questi sistemi continueranno in Turchia e in Russia".

 

Ha aggiunto che Ankara "ha continuato a valutare la possibilità di acquistare sistemi missilistici statunitensi Patriot".

 

Secondo il sottosegretariato turco per le industrie della difesa, i restanti componenti saranno consegnati nel prossimo futuro.

 

Affare S-400

 

I primi rapporti sui colloqui tra Russia e Turchia sulle consegne dei sistemi missilistici di difesa aerea S-400 sono arrivati ??a novembre 2016. Nel settembre 2017, la Russia ha confermato che il contratto in questione era stato firmato.

Il ministro della Difesa turco Hulusi Akar ha affermato che lo schieramento dei sistemi missilistici terra-aria S-400 potrebbe iniziare nell'ottobre 2019.

 

Nel dicembre 2017, il CEO della società statale hi-tech russa Rostec Sergei Chemezov ha osservato che l'accordo S-400 valeva 2,5 miliardi di dollari.

 

Gli Stati Uniti hanno fatto tentativi per impedire alla Turchia di acquistare i sistemi missilistici S-400 della Russia. In precedenza Washington aveva avvertito che avrebbe potuto negare alla Turchia l'acquisto di caccia F-35, se Ankara avesse chiuso l'accordo S-400.

 

L'S-400 'Triumf' è il più avanzato sistema missilistico di difesa aerea a lungo raggio entrato in servizio in Russia nel 2007. È progettato per distruggere aerei, missili balistici e da crociera, compresi i missili a medio raggio, e può anche essere usato contro installazioni a terra. L'S-400 può ingaggiare bersagli a una distanza di 400 km e ad un'altitudine fino a 30 km.

Fonte: TASS - TRT World
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa