Botta e risposta Schnabel-Lagarde. Nella Bce ormai comunicano solo attraverso i giornali

Botta e risposta Schnabel-Lagarde. Nella Bce ormai comunicano solo attraverso i giornali

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Giuseppe Masala
 

Ieri Isabel Schnabel ha concesso un'intervista al quotidiano olandese NRC Handelsblad e oggi risponde sul Financial Times la Lagarde. Sono giorni di fuoco.


 

La prima ieri ha sostenuto che la crisi in Europa è meno grave di quanto si poteva pensare all'inizio dell'epidemia. Tradotto vuol dire che la Valchiria del Board della Bce vuole che i 1350 mld di Pepp siano da considerare come una soglia massima e che comunque la misura va interrotta per la metà del 2021. E per fortuna che la Schnabel è considerata la colomba della rappresentanza tedesca nel board della Bce (l'altro è Herr Weidmann, e come la pensa già ve lo spiegato).
 

Oggi, dicevo, risponde la Lagarde dal Financial Times e prova a buttarla sul verde e sul cambiamento climatico per prorogare il flusso di danaro che si immette dalla Bce verso il sistema finanziario europeo e di cui i sistemi dei paesi latini in particolare hanno estremo bisogno per evitare il collasso.
 

Insomma, questi continuano a botta e risposta attraverso i quotidiani europei. Secondo me manco si telefonano. Herr Weidmann è da qualche giorno silenzioso dopo il profluvio di parole degli ultimi mesi. Aspetta la conclusione delle trattative per decidere in merito all'esecuzione della sentenza di Karlsruhe. Perchè, è chiaro, che le trattative sono febbrili.
 

Tutto questo avviene nel silenzio della stampa italiana. Una cosa mortificante. L'unica partita che conta è questa. Chi crede che il futuro dell'Italia si giochi sulle linee del Mes e sul Recovery Fund è un imbecille o un ignorante. Tutto sta a quello che decidono i Signori della Moneta di Francoforte.

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Il marcio del finto sindacato viene alla luce di Savino Balzano Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico di Pasquale Cicalese Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico

Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito di Gilberto Trombetta Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito

Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti