Contro la piena legittimazione del nazifascismo di Salvini e Fontana serve un ripudio morale e politico

Contro la piena legittimazione del nazifascismo di Salvini e Fontana serve un ripudio morale e politico

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Giorgio Cremaschi


Se per qualcuno ci fosse ancora bisogno di prove, con l'ultima uscita del ministro della famiglia ariana Fontana, che si espresso a favore dell'abrogazione della legge Mancino, ora c'è la definitiva prova legislativa. Salvini, che ha subito dichiarato il suo pieno accordo con il ministro, e i suoi fedelissimi sono dei fascisti che sanno di essere e vogliono essere impunemente dei fascisti. 

La legge Mancino è una legge del '93 che punisce l'odio razziale e la propaganda razzista e nazifascista. Se atti di violenza vengono commessi con intenti razzisti e nazifascisti, questi ultimi per la legge ne costituiscono una aggravante. 

Il concetto è lo stesso dell'associazione mafiosa, che costituisce un reato in sé ed una aggravante per gli altri reati commessi con il suo fine. 

Se c'è una critica da fare alla legge Mancino è che troppo raramente essa viene applicata e che il suo scopo fondamentale - affermare che il razzismo ed il nazifascismo sono crimini e non idee - spesso viene aggirato. 

Fontana e Salvini però non si accontentano di questa diffusa inapplicazione della legge, ne vogliono proprio l'abrogazione.

Perché? Perché Salvini ed i suoi, dopo aver negato che in Italia esista il razzismo, ora vogliono abolire la legge che persegue un reato che secondo loro non viene commesso? Non vengono in mente quei mafiosi che gridano che la mafia non esiste e per questo chiedono proprio l'abolizione del reato di associazione mafiosa? Queste contraddizioni conducono ad una sola risposta: si vuole abolire la legge non perché il reato sia inesistente, ma per renderlo impunito. 

Salvini e Fontana semplicemente vogliono che il razzismo ed il nazifascismo siano considerati opinioni legittime come tutte le altre. E vogliono ottenere questo perché vogliono usare razzismo e nazifascismo come strumenti di potere. Fontana è il ministro di una famiglia sempre più impoverita dalle ingiustizie sociali. Egli pensa di governare inneggiando alla famiglia bianca, italiana, razzista. E Salvini sta con lui proprio per questo. 

Chi a sinistra ha creduto davvero che i leghisti fossero una alternativa al potere ora ha l'ultima possibilità di ricredersi prima di essere definitivamente inglobato nella loro melma reazionaria. Il fascioleghismo di Salvini non è una alternativa al potere, ma una sua mostruosa risorsa. 

La Costituzione antifascista ancora in vigore ripudia anche solo come concetti ciò che Salvini e Fontana vogliono far diventare principi di governo, ma essi possono opporre che i governi passati hanno violato quella Costituzione distruggendo tanti diritti sociali . In fondo si tratta solo di sostituire ai valori del mercato, finora dominanti, quelli della razza.. Perché scandalizzarsi non hanno forse vinto le elezioni con "prima gli italiani"?

Sì, siamo arrivati alla richiesta di piena legittimazione del nazifascismo e Salvini e Fontana possono farlo proprio perché le politiche economiche e sociali del passato hanno rinnegato i valori fondanti della Costituzione antifascista. Questo naturalmente non li legittima, essi vanno spazzati via e ricacciati nei rifiuti della storia da cui sono usciti. Ma la scopa che lo farà dovrà essere in grado di fare una pulizia ben più ampia, liberandoci dal marciume liberista da cui Salvini è spuntato fuori. 

La legittimazione del nazifascismo deve ricevere un ripudio politico e morale e non servirà dichiarare che non è nel contratto di governo per fermarla. Così come non servirà contrapporle le politiche liberali e liberiste dei governi passati. La forza di Salvini sta nell'avere come alleato il M5S e come oppositore il PD, due partiti che hanno fatto del rifiuto delle ideologie la loro bandiera e che per questo sono preda di tutte le peggiori ideologie momentaneamente trionfanti. 

Salvini e Fontana sono semplicemente dei fasciorazzisti che vogliono l'impunità per i fasciorazzisti e saranno sconfitti solo dall'intransigenza assoluta verso la loro ideologia e le cause sociali e morali che l'hanno fatta rinascere.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Le "non persone" di Gaza di Paolo Desogus Le "non persone" di Gaza

Le "non persone" di Gaza

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei di Fabrizio Verde L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

Il Venezuela alle urne per il compleanno di Chávez di Geraldina Colotti Il Venezuela alle urne per il compleanno di Chávez

Il Venezuela alle urne per il compleanno di Chávez

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio di Marinella Mondaini Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

20 anni fa a Baghdad: quando cominciò la censura di Michelangelo Severgnini 20 anni fa a Baghdad: quando cominciò la censura

20 anni fa a Baghdad: quando cominciò la censura

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi (senza fine) della fu "locomotiva d'Europa" di Paolo Arigotti La crisi (senza fine) della fu "locomotiva d'Europa"

La crisi (senza fine) della fu "locomotiva d'Europa"

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti