/ Cos'è la Guardia rivoluzionaria islamica dell'Iran e perché Trump...

Cos'è la Guardia rivoluzionaria islamica dell'Iran e perché Trump la considera organizzazione terroristica

 

Ieri, per la prima volta nella loro storia, gli USA hanno proceduto a designare come un'organizzazione terroristica un'entità militare di un paese straniero. Si tratta del Corpo della Guardia Rivoluzionaria Islamica dell'Iran (IRGC), una potente forza militare d'élite.

Link articolo

Qual è la storia di questa formazione militare?
 
L'IRGC si è formato poco dopo la rivoluzione islamica, nel febbraio del 1979 quando il leader della rivoluzione, l'Ayatollah Ruhollah Khomeini tornò dall'esilio e rovesciò la monarchia rappresentata da Mohammad Reza Pahlavi, lo Shah dell'Iran, che godeva della supporto degli Stati Uniti. Ben presto il paese divenne una Repubblica islamica sotto la guida dell'Ayatollah Khomeini.
 
Le Guardie rivoluzionarie islamiche dell'Iran sono state create da diverse forze paramilitari fedeli al nuovo governo, mentre la lealtà dell'esercito regolare era stata contestata in quel momento. A questa nuova istituzione militare fu affidata la protezione delle conquiste della rivoluzione stessa, mentre l'esercito si preoccupava della salvaguardia dell'integrità territoriale e dell'indipendenza del paese.
 
Tuttavia, nel 1980, a causa dell'invasione irachena, gli IRGC furono costretti a comportarsi come l'Esercito regolare: le loro truppe dovevano rimpiazzare il numero in calo dei soldati dell'esercito iraniano, che subirono defezioni e purghe politiche dopo la rivoluzione
 
Infine, le Guardie rivoluzionarie islamiche dell'Iran hanno sviluppato le proprie forze aerospaziali (AFAGIR) e navali (NEDSA), raddoppiando molto dei compiti e  responsabilità dell'esercito regolare dell'Iran.
 
I Rami delle Guardie rivoluzionarie islamiche dell'Iran
 
Il ramo segreto dell'élite all'interno dell'IRGC è chiamato Forza Quds e si è rivelato essere il prodotto della guerra Iran-Iraq. Fu creato come unità di forze speciali, ma rapidamente superò quel ruolo e divenne una branca di spedizione, responsabile delle operazioni all'estero e della guerra non convenzionale.
 
Nel 2009, anche le Guardie rivoluzionarie islamiche dell'Iran hanno sviluppato una propria Intelligence, che sembra essere più focalizzata a livello nazionale.
 
Un'altra creazione della guerra tra Iran e Iraq è il gruppo paramilitare della milizia volontaria Basij.
Questa milizia alla fine si unì all'IRGC e attualmente funge da forza ausiliaria, oltre a una riserva di mobilitazione addestrata.
 
Le forze terrestri, aeree e navali del Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche organizzano regolarmente le proprie esercitazioni o in collaborazione con l'Esercito regolare. L'AFAGIR gestisce anche i missili balistici iraniani.
 
Una delle responsabilità della NEDSA è quella di pattugliare lo Stretto di Hormuz, che collega il Golfo Persico con l'Oceano Indiano. Questa forza navale ha affrontato le navi della US Navy nel Golfo più di una volta, il più recente nel 2016, quando ha catturato 10 marinai statunitensi dalle navi che entravano nelle acque territoriali dell'Iran.
 
Perché gli Stati Uniti li sanzionano?
 
In una dichiarazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, si afferma che "l'IRGC partecipa attivamente, finanzia e promuove il terrorismo come strumento per governare". Inoltre, il presidente ha affermato che "l'IRGC è il mezzo principale del governo iraniano per guidare e attuare la sua campagna terroristica globale".
 
Ad esempio, Washington rimprovera a Teheran il suo continuo sostegno al presidente siriano Bashar al-Assad.
 
Inoltre, fr ai vari pretesti degli Stati Uniti c'è quello di accusare i Basij di "reclutare, addestrare e indottrinare bambini soldato che sono costretti a combattere sotto la loro direzione". Lo scorso ottobre, il Tesoro degli Stati Uniti ha imposto sanzioni contro una "rete finanziaria multimiliardaria" che sostiene le forze paramilitari Basij.
 
Gli IRGC sono anche responsabili della rapida crescita delle forze missilistiche iraniane, il cui sviluppo Washington ha criticato cercando, allo stesso tempo, di intrecciare la questione con quella sul programma nucleare del paese. L'Iran insiste che questo programma è pacifico e che i missili balistici servono solo a scopi difensivi.
 
Da parte sua, l'Agenzia internazionale per l'energia atomica ha dichiarato finora che Teheran si sta conformando all'accordo nucleare del 2015, anche dopo che l'amministrazione Trump si è ritirata dal trattato lo scorso anno.
 
Fonte: RT - Foto AFP
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa