Esportazioni di grano e russofobia: la fake news del Corriere della Sera

Esportazioni di grano e russofobia: la fake news del Corriere della Sera

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Ma davvero, come riporta Il Corriere della Sera «La flotta russa impedisce (…) le esportazioni di grano e altri prodotti agricoli, soffocando l’economia ucraina, ma soprattutto rischiando di provocare una crisi alimentare globale che si ripercuoterà in particolare sui Paesi più poveri.»?

La verità è che, ai primi del marzo di quest’anno, l’Ucraina ha minato il mare prospicente i porti di Kherson, Nikolaev, Chernomorsk, Ochakov, Odessa, Yuzhniy e Mariupol vietando alle navi commerciali di numerosi paesi lì ormeggiate di potere prendere il largo. Dapprima per “motivi di sicurezza”; poi – dopo che, a metà marzo, i russi hanno realizzato un sicuro corridoio di transito, sminando un lungo tratto di mare – vietandolo e basta. Perché? Secondo la stampa della Turchia (sono ben 21 le navi turche cariche di grano bloccate nei porti ucraini) per utilizzare gli equipaggi delle navi bloccate come scudi umani.

Intanto, il 28 aprile, la Commissione Trasporti dell’Unione europea ha chiesto di intensificare l’embargo alle navi commerciali russe (che già non possono attraccare nei porti dell’Unione europea) impedendo a queste di varcare lo stretto dei Dardanelli. Unica ipocrita eccezione “a meno che non trasportino aiuti umanitari”, cioè facendo rientrare nell’embargo il grano russo che, da anni, viene acquistato da paesi, altrimenti alla fame come Egitto Libano, Tunisia, Bangladesh, Siria...

A rendere surreale la situazione, il 21 maggio, l’insensata proposta di Dmytro Kuleba ministro degli Esteri di Kiev: teniamo bloccati i porti nel mare di Azov e trasportiamo (nei suddetti paesi) 20 milioni di tonnellate di grano ucraino via ferrovia o via strada. Peccato che ci vorrebbero decenni.

Francesco Santoianni

Francesco Santoianni

Cacciatore di bufale di e per la guerra. Autore di "Fake News. Guida per smascherarle"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Marmolada: strage del sistema di Giorgio Cremaschi Marmolada: strage del sistema

Marmolada: strage del sistema

Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina di Marinella Mondaini Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina

Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti