/ Gli Stati Uniti ammettono la loro dipendenza dalla tecnologia nav...

Gli Stati Uniti ammettono la loro dipendenza dalla tecnologia navale di Cina e Russia

 

Il segretario della Marina degli Stati Uniti sottolinea con rammarico che Washington dipende dalle attrezzature ad alta tecnologia della Cina e dalla Russia per costruire navi


Il segretario della Marina degli Stati Uniti, Richard Spencer, in un'intervista rilasciata martedì scorso al Financial Times, ha avvertito della "fragile" catena di produzione di navi militari, che ha portato il Dipartimento della Difesa (il Pentagono) a ricorrere agli avversari, come Cina e Russia, per accedere a componenti chiave.
 
Spencer ha citato un rapporto di livello superiore, secondo il quale molti appaltatori che costruiscono navi da guerra usano "parti di alta tecnologia e alta precisione" da paesi stranieri, come Cina e Russia.
 
Il rappresentante degli Stati Uniti si è rammaricato che Mosca e Pechino, con le quali Washington è in una "grande competizione di potere", sono "improvvisamente entrate nella catena di produzione" di equipaggiamento militare negli Stati Uniti.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa